L’Arabia Saudita ha acquisito il 5% di Nintendo

Continuano gli investimenti dell’Arabia Saudita nel settore dei videogiochi: dopo aver acquisito percentuali di Capcom, Nexon, EA, Activision e Take-Two, ora l’emirato possiede il 5.01 per cento di Nintendo, diventando così il quinto azionista di maggioranza dell’azienda di Kyoto. L’investimento è stato calcolato pari a 2,98 miliardi di dollari. L’acquisto è stato eseguito dal Fondo di Investimenti Pubblici del paese arabo, controllato dal controverso principe Mohammed bin Salman. Un portavoce di Nintendo ha riferito a Bloomberg di aver saputo dell’investimento dalle news e non ha commentato ulteriormente. L’Arabia Saudita ha investito moltissimo nelle firme di videogiochi nipponiche grazie allo yen debole, e recentemente ha acquisito anche la quasi totalità dello sviluppatore di King of Fighters, SNK. L’interesse dell’emirato verso le nuove tecnologie ha molto a che fare con la transizione economica in atto negli ultimi anni, visto che il 70 per cento dell’export del paese proviene dal petrolio e la richiesta è destinata a diminuire in futuro, a causa dei cambiamenti in ottica di sostenibilità ambientale che il mondo sta mettendo in atto. Negli ultimi anni Mohammed bin Salman ha investito anche in Uber, Disney, Meta e Boeing. Nel 2021 ha comprato il Newcastle United FC, squadra della Premier League inglese.