Giornata mondiale delle api: i ragazzi incontrano gli apicoltori al mercato di Campagna Amica a Bresseo di Teolo

Giornata mondiale delle api: i ragazzi incontrano gli apicoltori al mercato di Campagna Amica a Bresseo di Teolo

L’affascinante mondo delle api conquista i bambini delle scuole che oggi hanno incontrato un’esperta apicoltrice al mercato di Campagna Amica a Bresseo di Teolo. In occasione della Giornata mondiale delle Api che si celebra il 20 maggio, Coldiretti Padova ha proposto un mattina all’aperto, per conoscere la vita delle api e toccare con mano tutte le meraviglie della “bee economy”, dal miele e tutti i suoi derivati.

L’iniziativa è delle donne e dei giovani di Coldiretti Padova che stamattina hanno accolto al mercato agricolo di Campagna Amica a Bresseo di Teolo alcune scolaresche per “vivere una giornata da ape”. Ad accogliere e guidare gli alunni di alcune classi della scuola Primaria di Treponti di Teolo è stata l’apicoltrice Fiorella Pelizza che ha illustrato i passaggi dell’organizzazione del lavoro nelle arnie fino alla smielatura, tra dimostrazioni pratiche, arnie didattiche e piante mellifere. L’apicoltrice ha sottolineato anche quanto sia importante per le api avere a disposizione un ambiente naturale ricco d’acqua e di vegetazione, per poter continuare a svolgere il proprio ruolo insostituibile e prezioso per l’ecosistema e il lavoro dell’uomo. In media una singola ape visita in genere circa 7000 fiori al giorno e ci vogliono qualcosa come quattro milioni di esplorazioni floreali per produrre un chilogrammo di miele. Almeno 3 colture alimentari su 4 dipendono in una certa misura per resa e qualità dall’impollinazione dalle api, tra queste ci sono le mele, le pere, le fragole, le ciliegie, i cocomeri ed i meloni.

La giornata con i ragazzi si è conclusa con una gustosa merenda a km zero, compreso ovviamente l’assaggio del miele, preparata dagli agricoltori di Campagna Amica Padova che ogni venerdì mattina animano il mercato agricolo di Bresseo di Teolo.

Nel frattempo una delegazione di Coldiretti Padova ha consegnato 700 barattolini di miele padovano acquistati dall’amministrazione comunale di Limena per ragazzi delle scuole. A ritirare il carico fornito dall’apicoltura Molon di Conselve il sindaco Stefano Tonazzo insieme al dirigente scolastico Luca Pedrini e all’assessore all’agricoltura Michele Corso. “Ringraziamo l’amministrazione comunale che con questa iniziativa si dimostra sensibile ai prodotti a Km0 e vuole trasmettere ai ragazzi il valore delle sana alimentazione”, afferma Coldiretti Padova.

Le api, vere e proprie sentinelle ambientali, risentono dei cambiamenti climatici, sempre più marcati in questi ultimi anni, ricorda Coldiretti Padova. Dopo le difficoltà e il crollo della produzione di miele dello scorso anno il 2022 si annuncia un’annata di ripresa per l’apicoltura padovana, anche sul fronte della qualità del prodotto. Ma tutto dipenderà dall’andamento meteo dei prossimi quindi giorni: serve ancora pioggia per dissetare le campagne dopo mesi di siccità, altrimenti le piante andranno in sofferenza e le api saranno le prime a risentirne, a causa di una minore disponibilità di polline. Negli ultimi anni gli eccessi del clima hanno pesantemente condizionato la produzione di miele.

Nel padovano, ricorda Coldiretti Padova, gli apicoltori sono circa 1.100, in grande maggioranza hobbisti, quest’anno in crescita, accanto ai quali vi sono alcune decine di professionisti che assicurano la produzione del miele padovano. Nella nostra provincia si contano circa 12 mila arnie e una produzione potenziale di circa 4 mila quintali di miele, oltre ai derivati. La varietà di miele più diffusa nel padovano è il millefiori, seguita dall’acacia. Un prodotto locale ricercato e apprezzato dai consumatori, nonostante la concorrenza di miele straniero di qualità nettamente inferiore.

(Coldiretti Padova)