SICUREZZA, SALUTE, LAVORO E SERVIZI NELL’AGENDA DEI SENIOR DI COLDIRETTI VENETO. GRENZI (FEDERPENSIONATI): “UN PROTOCOLLO DI INTESA CON I QUESTORI PER INTENSIFICARE I CONTROLLI ANCHE NELLE AREE MARGINALI”

SICUREZZA, SALUTE, LAVORO E SERVIZI NELL’AGENDA DEI SENIOR DI COLDIRETTI VENETO. GRENZI (FEDERPENSIONATI): “UN PROTOCOLLO DI INTESA CON I QUESTORI PER INTENSIFICARE I CONTROLLI ANCHE NELLE AREE MARGINALI”

SICUREZZA, SALUTE,  LAVORO E SERVIZI NELL’AGENDA DEI SENIOR DI COLDIRETTI VENETO

GRENZI (FEDERPENSIONATI): “UN PROTOCOLLO DI INTESA CON I QUESTORI PER INTENSIFICARE I CONTROLLI ANCHE NELLE AREE MARGINALI”

                                                                                         

18 maggio 2022 – Salute e sicurezza prima di tutto, i servizi e la consapevolezza di essere sempre operativi: questi i temi trattati dai dirigenti di Federpensionati Coldiretti riuniti a Mestre con la presenza del Presidente nazionale Giorgio Grenzi e del segretario Lorenzo Cusimano che hanno annunciato piena collaborazione per attuare un protocollo di intesa con Questori e Forze dell’ordine al fine di intensificare i controlli sul territorio e garantire la tranquillità dei nuclei famigliari soprattutto nelle aree marginali. Insieme al gruppo regionale guidato da Marino Bianchi supportato dal neo segretario Paolo Casaro, ha partecipato il direttore di Coldiretti Veneto Marina Montedoro, per assistere ai lavori di presentazione del programma delle attività. L’occasione ha favorito un confronto sui alcuni aspetti legati all’attualità.  “Per essere protagonisti del futuro – ha detto il Presidente Bianchi –  occorre stare al passo con la società del presente e l’esperienza della pandemia pur nella sua drammaticità ha insegnato l’uso degli strumenti informatici e tecnologici a cui gli anziani hanno fatto riferimento per ridurre gli effetti dell’isolamento. Si è trattato per molti di una rivoluzione culturale che ha prodotto conoscenza e cultura oltre che la cura delle relazioni. Generare comunità è ancora più che mai strategico – ha continuato – e la gente dei campi sa valorizzare questa competenza sapendo coinvolgere consumatori e cittadini grazie, ad esempio, alle esperienze dei mercati degli agricoltori, ma anche promuovendo progetti di educazione nelle scuole soprattutto favorendo uno scambio di rapporti tra generazioni”. “Dobbiamo trarre insegnamento da quanto successo con il Covid – ha sottolineato il presidente nazionale Giorgio Grenzi – per questo occorre potenziare la sanità pubblica, rilanciare la medicina territoriale e l’assistenza domiciliare. Allo stesso tempo occorre introdurre il nuovo concetto di invecchiamento attivo e inclusione grazie a un nuovo sistema di welfare, assicurando la piena integrazione e partecipazione degli anziani nella società. Il Presidente nazionale di Federpensionati di Coldiretti ha insistito anche su reddito e potere di acquisto. “Negli ultimi anni le pensioni si sono impoverite per questo è necessario adeguare i trattamenti minimi di pensione al 40 per cento del reddito medio nazionale; riformare il meccanismo di rivalutazione annuale calcolata dall’ISTAT e colmare lo svantaggio in fatto di tassazione ai danni dei pensionati”. Invecchiare bene, dunque,  è uno degli obiettivi dell’associazione  di Coldiretti che secondo lo studio SPRINTT promosso dai ricercatori dell’Università Cattolica, Campus di Roma e della Fondazione Policlinico Gemelli   trova i punti di forza sull’esercizio fisico e una dieta alimentare equilibrata.  “Le previsioni demografiche affermano che nel 2030 un terzo della popolazione italiana avrà più di 65 anni – ha spiegato Giorgio Grenzi – essere in forma, dunque, permette di lavorare, uscire e socializzare e di non pesare sul sistema sanitario. In base alla ricerca dell’Istat dell’anno scorso ma relativa al 2019 sono 3 milioni e 860 mila gli anziani con gravi difficoltà nelle funzioni motorie, pari a oltre il 28% della popolazione degli over 65. Per 2 milioni di loro è problematico camminare o  salire e scendere le scale senza l’aiuto di una persona o di un ausilio”.

(Coldiretti Padova)