Fedriga “Democrazia non è scontata e deve trovare difensori”

TRIESTE (ITALPRESS) – Quest’anno la commemorazione alla Risiera di San Sabba in occasione del 77esimo anniversario della Liberazione ha un significato particolare perchè quanto sta accadendo in Ucraina è il segno che purtroppo la difesa della democrazia deve ancora trovare dei difensori e non va data per scontata. Lo ha commentato il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga a margine della cerimonia in occasione del 25 Aprile, rilevando con rammarico che anche oggi qualcuno manifesta e vede la festa della Liberazione come una sorta di divisione quando invece dovrebbe essere una festa di unità del Paese tutto. Nel corso della cerimonia, con numeri di partecipazione che hanno ripreso quelli del periodo pre pandemia, è stata deposta una corona d’alloro congiunta della Regione Friuli Venezia Giulia, del prefetto e commissario di Governo e del Comune di Trieste e un’altra corona congiunta dei Comuni di Duino Aurisina, Monrupino, Muggia, Sgonico e San Dorligo della Valle/Dolina.
Accanto alle autorità locali con i rispettivi gonfaloni, ha partecipato il picchetto del Reggimento Lancieri di Novara V e con i rappresentanti e i labari di vari gruppi, enti e delle Associazioni dei volontari della Libertà, dei Caduti, delle Associazioni combattentistiche e d’arma, dei sindacati e del Comitato internazionale del Lager nazista della Risiera di San Sabba. Presente anche la bandiera della Brigata Ebraica che, nella VIII Armata dell’Esercito Britannico, contribuì alla liberazione. Questa mattina a Monfalcone l’assessore regionale al Patrimonio Sebastiano Callari ha rappresentato la Regione alla celebrazione apertasi in piazza Unità d’Italia con la posa della corona in onore dei 236 caduti, mentre l’assessore alla Cultura Tiziana Gibelli è intervenuta a Pordenone per l’evento in occasione del 25 Aprile presso il Monumento ai Caduti di piazza Ellero.
– foto ufficio stampa Regione Friuli Venezia Giulia –
(ITALPRESS).