Fognini tiene a galla l’Italtennis a Roma

ROMA (ITALPRESS) – Per fortuna c’è Fabio Fognini. Sulla terra rossa del Foro Italico, aspettando Jannik Sinner, il 34enne di Arma di Taggia firma l’unica gioia di giornata per il tennis azzurro. Un successo che arriva in serata sul Centrale, contro un avversario di assoluto livello anche se ancora alla ricerca della condizione migliore dopo il calvario per l’infortunio al polso destro, Dominic Thiem: finisce 6-4 7-6(5) in un’ora e 53 minuti per Fabio, sotto gli occhi della sua Flavia e dei figli, che prima di oggi contro l’austriaco aveva vinto solo una volta su quattro, guarda caso sempre a Roma, nel 2018. “Gli ultimi due anni sono stati un pochettino difficili per me – ammette – Dopo il Covid ho fatto l’operazione alle caviglie e ho vinto poche partite. Sono contento, finalmente ho vinto un bel match a Roma”. E al secondo turno potrebbe vedersela con Sinner, in campo domani contro Martinez. “Spero di giocarci, è sempre bello affrontare un italiano, soprattutto se più giovane. Io intanto cerco di recuperare”.
In una giornata che ha visto protagonisti per ora solo in conferenza stampa i vari Nadal, Djokovic, Tsitsipas e Swiatek, quella di Fognini è stata l’unica vittoria italiana. Lorenzo Sonego infatti, chiamato a difendere la semifinale conquistata un anno fa, ha fatto subito le valigie, sconfitto per 7-6(5) 3-6 6-3, dopo tre ore e dieci minuti di gioco, dal canadese Denis Shapovalov, numero 16 del mondo e 13 del tabellone. Nel primo set l’azzurro non ha saputo difendere per due volte il break di vantaggio, poi ha approfittato del nervosismo del rivale salvo poi andare sotto 3-0 nell’ultimo set, dove Shapovalov non si è fatto più riprendere. Si chiude subito l’avventura nel tabellone principale dei due 20enni beniamini di casa Flavio Cobolli (sconfitto 6-3 6-4 da Janson Brooksby) e Giulio Zeppieri (fuori 6-3 6-4 per mano di Karen Khachanov). Al femminile Camila Giorgi si ritira sotto 6-3 4-2 contro Ajla Tomljanovic nell’ultimo match di giornata ma Roma è ancora una volta amara per Martina Trevisan, che sul Centrale deve arrendersi alla cinese Shuai Zhang per 6-4 6-2. Eliminata con lo stesso punteggio Elisabetta Cocciaretto, la più giovane delle azzurre in gara con i suoi 21 anni, per mano dell’elvetica Belinda Bencic. E mentre le fatiche di Madrid privano il pubblico del Foro Italico di Carlos Alcaraz e Naomi Osaka, Simona Halep si ripresenta a Roma con un doppio 6-4 ai danni di Alize Cornet. La 30enne rumena, campionessa nel 2020 e altre due volte in finale (2017 e 2018, sempre battuta dalla Svitolina), sta cercando di risalire la china dopo i guai fisici che l’hanno condizionata nella scorsa stagione. Una situazione che sta vivendo anche Stan Wawrinka, che sulla terra rossa del Foro Italico rimonta Reilly Opelka per 3-6 7-5 6-2 centrando la prima vittoria nel circuito dopo 15 mesi: lo svizzero era al suo secondo match da marzo 2021, da quando l’infortunio al piede lo ha costretto a rimanere fermo per un anno.
(ITALPRESS).