FESTA DELLA MAMMA E COMMERCIO ABUSIVO DI FIORI


FESTA DELLA MAMMA E COMMERCIO ABUSIVO DI FIORI.
VAROTTO (ASCOM CONFCOMMERCIO PADOVA): “NON SUFFICIENTEMENTE VALUTATO UN FENOMENO BEN ORGANIZZATO SPESSO LEGATO ALLA CRIMINALITA’”

Che il commercio abusivo di fiori sia presente praticamente in ogni periodo dell’anno soprattutto in città ma non solo, è notorio, ma trova maggiore diffusione in particolari momenti ed in concomitanza con alcune ricorrenze.
Una di queste è la Festa della mamma che quest’anno verrà celebrata domenica prossima, 8 maggio.    
“Quello che in queste occasioni non viene sufficientemente valutato – commenta il presidente dei fioristi dell’Ascom Confcommercio di Padova, Pierpaolo Varotto – è che le vendite abusive, che apparentemente sembrano improvvisate, sono invece frutto di un progetto ben organizzato. Questo mercato abusivo genera un’economia sommersa che spesso è controllata da organizzazioni legate alla criminalità”.
Chiaro che i fioristi risultano fortemente penalizzati da questa concorrenza sleale.
“Nello specifico poi – continua Varotto – la Festa della mamma, senza la piaga dell’abusivismo, potrebbe rappresentare una boccata di ossigeno per la categoria che ha subito grandi perdite a causa delle limitazioni commerciali dovute alla pandemia. Per cui auspichiamo che da parte delle Forze dell’Ordine vengano attuati quei controlli atti se non a debellare, almeno a contrastare il fenomeno”.

PADOVA 6 MAGGIO 2022

(Ascom Padova)