Tesch (Gruppo Clariant): ‘Con guerra impegno amministrativo importante per cfo’



Roma, 7 apr. (Adnkronos/Labitalia) – La figura del Cfo nelle aziende ha attraversato in questi ultimi due anni emergenze “come la pandemia, la crisi economica e ora la guerra in Ucraina. Con lo scoppio della pandemia da Covid siamo andati avanti con la produzione e non si è ammalato nessuno mentre con la guerra in Ucraina abbiamo chiuso un sito produttivo a 40 km dal Dombass, abbiamo sospeso attività in Russia, non accettiamo più nuovi contratti e nuovi ordini, continuiamo con quei contratti con cui siamo obbligati. E’ complesso gestire sanzioni, gestire la cassa in Russia, l’impegno amministrativo è importante”. Lo ha detto Michael Tesch, head of finance services and country head Gruppo Clariant, intervenendo nel corso del panel ‘La digitalizzazione vista dal lato “financial”: come promuovere la cultura digitale con gli strumenti del cfo’, all’interno del Forum Financial 2022 in corso presso il Palazzo dell’informazione dell’Adnkronos. L’evento, organizzato da Comunicazione Italiana, è dedicato all’innovazione nella finanza d’impresa e nella pubblica amministrazione.
“La prima strategia è stata tutelare la salute dei dipendenti soprattutto in Ucraina, alcuni sono andati in Polonia e tanti altri sono rimasti vicino la loro città e noi stiamo sostenendo tutti. Paghiamo gli stipendi , ci prendiamo cura di loro, nonostante nessuno lì in quel momento lavora”, ha concluso.

(Adnkronos)