Accesso a Padova da nord: la Provincia di Padova e i Comuni di Padova, Cadoneghe, Limena e Vigodarzere siglano un progetto di fattibilità per migliorare la viabilità, nel rispetto di cittadini e ambiente

progetto viabilità

L’accesso alla città di Padova dei mezzi provenienti dalla zona nord della provincia, che implica il transito attraverso i comuni di Cadoneghe, Limena e Vigodarzere, sta mettendo in grave difficoltà la viabilità con un sensibile aumento dei disagi causati ai residenti lungo le arterie viarie interessate, oltre a un costante e pericoloso aumento dell’inquinamento atmosferico, dovuto principalmente alle vetture ferme in coda.

In passato sono state ipotizzare diverse soluzioni per fluidificare il traffico rivelatesi purtroppo non idonee: gli studi che coinvolgevano la zona Castagnara/Pontevigodarzere sono naufragati per l’esiguità delle aree disponibili e l’attuale vocazione “a strada di quartiere” di via Pontevigodarzere, mentre il collegamento GRA-Tangenziale di Limena, non ha ottenuto il nulla osta dalla V.I.A. per la presenza di un sito di interesse comunitario presente lungo l’asse in cui si sarebbe dovuti intervenire.

Un altro fattore che preoccupa e rende improrogabile l’attuazione urgente di soluzioni alla viabilità dell’area in parola, è l’esigenza di alleggerire il traffico lungo la SR 308 in vista del prossimo insediamento a Padova est del nuovo e importante Policlinico Universitario.

Provincia di Padova e i Comune di Padova, Cadoneghe, Limena e Vigodarzere hanno condiviso il progetto di fattibilità che si sostanzia nella realizzazione di un asse di penetrazione viaria a Padova, alternativo all’attuale percorso, attraverso il ponte sul Brenta-via Pontevigodarzere che non interessi aree e viabilità residenziali.

Gli Enti hanno valutato positivamente, quale esito di un documento di fattibilità di alternative proposte, l’ambiziosa ed efficace soluzione progettuale che prevede la realizzazione di più lotti funzionali e articolati in 3 momenti:

    • Stralcio 1: collegare la Tangenziale nord di Padova – Corso XIII Giugno attraverso un sottopasso dell’autostrada al parcheggio scambiatore del metrobus di Pontevigodarzere;

    • Stralcio 2: attraversare il fiume Brenta e collegare la stazione ferroviaria (SFMR) di Vigodarzere;

    • Stralcio 3: prevedere l’attraversamento del Muson dei sassi, per il collegamento con la zona industriale di Cadoneghe, utilizzando la viabilità esistente fino alla SR n.308;

Grazie alla realizzazione di questo importante progetto si riusciranno a raggiungere i seguenti obiettivi:

    • alleggerimento del traffico lungo l’asse NORD di Padova, evitando il centro abitato di Pontevigodarzere in Comune di Padova;

    • alleggerimento del traffico in via Roma a Vigodarzere e alleggerimento del traffico nel nodo della Castagnara a Cadoneghe;

    • evitare che per effetto indotto della nuova viabilità aumenti il traffico di attraversamento nei centri urbani di Padova, Cadoneghe e Vigodarzere;

    • minimizzare l’impatto sul territorio attraverso l’utilizzo di viabilità in parte già esistente, compresi taluni manufatti presenti;

    • assicurare un rapido collegamento con le tangenziali di Padova e i mezzi pubblici;

    • utilizzo della viabilità esistente in Comune di Cadoneghe (Via Maestri del Lavoro) per il collegamento con la SR308;

    • ridurre gli impatti sulla popolazione e contenere i costi utilizzando aree in gran parte destinate urbanisticamente a rispetto di aree ferroviarie e quindi compatibili con le opere previste e aree in proprietà pubblica;

    • realizzare un collegamento della SR308 con la viabilità autostradale di Padova Ovest, per una efficace diversione del traffico proveniente da Nord e diretto a OVEST, con un conseguente significativo sgravio del traffico sul nodo di Padova est;

    • inserire l’opera in un quadro coerente con la programmazione generale regionale per l’accesso alla Città di Padova (GRA), qualora sia ripreso in considerazione il progetto di GRA spa.

La stima sommaria dei costi espone un impegno finanziario complessivo di € 89,3 mln. 

Sono inoltre previste due importanti opere viarie denominate opere collaterali:

    • ad ovest un nuovo collegamento viario tra Limena e Vigodarzere, con nuovo ponte sul fiume Brenta, per il quale la Provincia di Padova ha già sottoscritto uno specifico accordo con i comuni coinvolti per redigere il documento di fattibilità delle alternative progettuali;

    • ad est un nuovo svincolo della SR n.308 in comune di Cadoneghe in corrispondenza a Via Augusta.

Per quanto riguarda l’impatto economico, le opere collaterali hanno costi non ancora definibili poiché sono ancora oggetto di studio le soluzioni possibili atte a garantire il miglior rapporto tra costi e benefici per il collegamento Limena-Vigodarzere. In ogni caso, a una prima stima, l’importo complessivo degli interventi risulta essere vicino a € 30 mln. 

Gli Enti trasmettono il progetto condiviso alla Regione Veneto al fine di richiederne l’inserimento nel piano regionale che andrà a delineare in nuovo sistema infrastrutturale del Veneto.

(Provincia di Padova)