A Cosenza il convegno sulla transizione ecologica ed energetica con le maggiori personalità regionali e nazionali del settore

L’evento, promosso da Fotovoltaica Srl, si svolgerà il 5 e il 6 aprile e tratterà di comunità energetiche e agrivoltaico

Cosenza, 28 marzo 2022. Saranno presenti i vertici dei principali enti di settore, università, istituti di credito nazionali e territoriali, associazioni di categoria, Gse, Enea, inoltre è previsto l’intervento del ministro della Transizione Ecologica. Il convegno “Le opportunità della transizione ecologica ed energetica: le comunità energetiche e gli investimenti nell’agrivoltaico”, in programma il 5 e il 6 aprile al Best Western Premier Villa Fabiano Palace Hotel di Rende, in provincia di Cosenza, sarà l’occasione per analizzare le esperienze scientifiche nel settore e di coloro i quali si impegnano attivamente sul campo, per promuovere l’innovazione tecnologica e la transizione energetica.

L’obiettivo, dunque, è quello di favorire un profondo cambiamento per realizzare la transizione verde, ecologica ed inclusiva del Paese favorendo l’economia circolare, lo sviluppo di fonti di energia alternative, il passaggio ad un’agricoltura più sostenibile, nonché la promozione dell’autoconsumo dell’energia in loco contestualmente alla produzione della stessa da impianti a fonte di energia rinnovabile.

Va in questa direzione, per esempio, la costituzione delle comunità energetiche, ecosistemi intelligenti ed interattivi che attraverso l’uso delle fonti rinnovabili consentono di creare forme di condivisione di energia tra gruppi di cittadini ottenendo benefici non solo di natura energetica ma anche socio-economici ed ambientali.

Il convegno è promosso da Fotovoltaica Srl, azienda pioniera del fotovoltaico in Calabria e tra le prime in Italia; l’idea, spiega l’ingegnere Cataldo Rocco Romeo, amministratore unico di Fotovoltaica Srl, è di avvicinarsi ai cittadini in quanto “raccontando le esperienze scientifiche degli studiosi e quelle pratiche di chi è attivamente impegnato sul campo” sottolinea l’imprenditore “è possibile far aumentare la consapevolezza sull’uso dell’energia e facilitare la creazione di realtà economicamente e socialmente sostenibili”.

Così la prima giornata sarà dedicata alla trattazione del tema delle comunità energetiche dal punto di vista giuridico, tecnico ed economico, con la presenza dei responsabili dei principali istituti di credito calabresi, il mondo accademico, i rappresentanti del Gestore dei Servizi Energetici (Gse), nonché con il racconto dell’esperienza diretta del sindaco di Amendolara, Comune in cui è stata costituita la prima comunità energetica della regione. La seconda giornata, invece, sarà dedicata all’agrivoltaico, settore di integrazione tra tecnologia fotovoltaica e produzione agricola, sul quale il Governo ha deciso di puntare destinandovi circa 1,1 miliardi di fondi previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. La tematica sarà affrontata insieme ad Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), Università, istituti di credito nazionali, Coldiretti, Confagricoltura, Confederazione italiana agricoltori (Cia)e Confcoltivatori. Il convegno sarà l’occasione, quindi, per scattare una fotografia di quanto fatto finora nel settore delle energie rinnovabili e per tracciare le linee guida sulla base delle quali muoversi in futuro.

Cataldo Romeo, Fotovoltaica Srl:”I vantaggi delle comunità energetiche”