Superamento fase emergenziale COVID-19

Con Comunicato Stampa n. 67 del 17 marzo 2022, il Consiglio dei Ministri rende nota l’approvazione di un decreto legge che introduce disposizioni urgenti per il superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia da COVID-19, in conseguenza della cessazione il 31 marzo dello stato di emergenza.

Il provvedimento interviene in tema di:

  • obbligo di mascherine: reiterato fino al 30 aprile l’obbligo di mascherine ffp2 negli ambienti al chiuso quali i mezzi di trasporto e i luoghi dove si tengono spettacoli aperti al pubblico. Nei luoghi di lavoro sarà invece sufficiente indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie;
  • fine del sistema delle zone colorate;
  • capienze impianti sportivi: ritorno al 100% all’aperto e al chiuso dal 1° aprile;
  • protocolli e linee guida: possibilità di adozione con ordinanza del Ministro della Salute.

Dal 1° aprile sarà possibile per tutti, compresi gli over 50, accedere ai luoghi di lavoro con il Green Pass Base per il quale dal 1° maggio ne sarà eliminato l’obbligo. Fino al 31 dicembre 2022 resta l’obbligo vaccinale con la sospensione dal lavoro per gli esercenti le professioni sanitarie e i lavoratori negli ospedali e nelle RSA. La possibilità di smart working semplificato viene prorogata al 30 giugno 2022 e, dal 1° aprile, scattano per tutti le stesse regole in materia di quarantena, senza distinzione tra vaccinati e non vaccinati.

(Confesercenti Veneto Centrale)