Rinnovata la convenzione Fin-Istituto Credito Sportivo

La Federazione Italiana Nuoto e l’Istituto per il Credito Sportivo annunciano la sottoscrizione di un Protocollo di intesa per favorire la collaborazione finalizzata alla capillare e trasparente diffusione di prodotti finanziari e servizi sviluppati da ICS, al servizio delle esigenze della Federazione e le sue affiliate.
Elementi centrali dell’accordo, siglato dai presidenti della Fin e dell’ICS, Paolo Barelli e Andrea Abodi, sono i prodotti “Top of The Sport”, dedicato alle Federazioni Sportive Nazionali, e “Mutuo Light 2.0 – FSN”, per le associazioni e le società affiliate. Al portafoglio delle opportunità la banca sociale per lo sviluppo sostenibile dell’Italia attraverso lo Sport e la Cultura ha aggiunto anche il finanziamento di crediti fiscali, il factoring e l’advisory per lo sviluppo di progetti infrastrutturali.
Il prodotto “Top of The Sport” consente alle federazioni di contrarre un finanziamento a 20 anni e a tasso zero, grazie all’intervento del Fondo dedicato alla contribuzione in conto interessi, per un importo massimo di 6 milioni di euro. La misura è finalizzata a investimenti relativi a realizzazione, ristrutturazione, ampliamento, messa a norma, abbattimento delle barriere architettoniche e sensoriali ed efficientamento energetico dei centri federali, compreso l’acquisto delle aree relative, purchè contestuale alla realizzazione dei predetti interventi. Il finanziamento è accessibile anche per l’acquisto di attrezzature sportive.
Beneficiari del “Mutuo Light 2.0 – FSN” sono, invece, le Associazioni e le Società affiliate alla FIN, che potranno ricevere un finanziamento finalizzato all’acquisto di attrezzature sportive e per realizzare e ristrutturare impianti su tutto il territorio nazionale. L’importo massimo del finanziamento è pari a 60.000 euro, con durata da 2 a 7 anni. Grazie a un plafond stanziato dalla Federazione, questa misura sarà a tasso zero per i soggetti affiliati che risulteranno aggiudicatari di un bando appositamente predisposto dalla stessa. A tal fine la FIN trasmetterà all’Istituto l’elenco dei soggetti ammessi al contributo.
Particolarmente significativo, infine, il nuovo prodotto denominato “Euro Nuoto Roma 2022”, che darà la possibilità a tutto il sistema natatorio italiano di accedere a finanziamenti a condizioni agevolate, grazie all’importante manifestazione continentale in programma a Roma nel corso dell’estate. Questa misura, alla quale concorrono anche i Fondi Speciali affidati in gestione separata alla banca, rappresenta un aiuto concreto dell’ICS al mondo dell’acqua particolarmente colpito dall’emergenza sanitaria ed energetica.
In particolare, il Credito Sportivo metterà a disposizione finanziamenti fino a 20 anni per tutte le SSD/ASD affiliate alla FIN, con tasso definito in base al rating di controparte (IRS più un massimo del 3,70%) e con un contributo del 2% di abbattimento in conto interesse.
“Le società sportive e specialmente quelle che gestiscono impianti natatori sono in grave crisi ormai da lunghissimo tempo. La convenzione che oggi abbiamo firmato con il presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo, Andrea Abodi, fornisce la possibilità di accedere ai finanziamenti con tassi particolarmente agevolati. Questo però è soltanto un primo passo, sia pure molto importante, perchè occorre insistere, come la Federazione sta facendo fin dall’inizio della pandemia, affinchè vengano previsti ed erogati alle società sportive, così come alle imprese, aiuti e contributi a fondo perduto da parte del Governo”, ha detto il presidente della Federazione Italiana Nuoto, Paolo Barelli.
“Colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente il presidente Abodi e i dirigenti e funzionari dell’ICS per la fiducia e il sostegno accordatici e mi auguro che da questa collaborazione le nostre società possano trarre i benefici necessari per proseguire la loro fondamentale attività”, ha aggiunto Barelli.
“Il fatto che questo protocollo d’intesa arrivi alla vigilia dei campionati europei di nuoto che ospiteremo a Roma dall’11 al 21 agosto, inoltre, accresce ulteriormente l’importanza dell’evento”, ha concluso il numero uno della Fin.
“Il protocollo sottoscritto oggi con il presidente Barelli – ha dichiarato il presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo, Andrea Abodi – arriva nel momento più difficile per il nuoto italiano dal punto di vista gestionale. Mi auguro possa dimostrarsi uno strumento efficace, tramite le nuove condizioni di collaborazione che la banca sociale per lo sviluppo sostenibile dell’Italia attraverso lo Sport e la Cultura mette a disposizione della FIN e alle sue affiliate”.
“L’accordo dà un senso ulteriore al grande avvenimento che ci apprestiamo ad ospitare in Italia, gli Europei, convinti che non debba produrre un beneficio soltanto nella città che li ospita, ma in tutto il territorio nazionale”, ha aggiunto Abodi.
“Le condizioni di favore, che attraverso questo protocollo potremo proporre alle associazioni e società sportive, consente di dare un senso di partecipazione nazionale alla manifestazione e un supporto che ci auguriamo possa essere utile, insieme ai sostegni finanziari introdotti dal Governo, per superare le difficoltà che stanno mettendo in crisi il sistema natatorio italiano”, ha concluso il numero uno di ICS.
(ITALPRESS).