Migrazione anfibi: progetto Gaia cerca volontarie e volontari

Si segnala che l’associazione Progetto Gaia di Ospedaletto Euganeo, impegnata nella difesa dell’ambiente e degli animali è alla ricerca di volontarie e volontari per l’attività di aiuto per la migrazione degli anfibi.

Di seguito tutte le informazioni utili sul servizio.

Cosa si fa?

Si aiutano gli anfibi, in fase di migrazione, a non rimanere schiacciati dagli automezzi quando attraversano tratti stradali frequentati da autoveicoli

Dove si fa?

In alcuni siti dei Colli Euganei (quercia di Baone, stagni di villa Barbarigo di Valsanzibio, ecc)

Quando si fa?

La migrazione degli anfibi per riprodursi inizia quando la temperatura ambientale inizia a rialzarsi (generalmente ad inizio del mese di Febbraio) e termina quando, dopo la deposizione delle uova, tornano a monte (generalmente a fine del mese di Marzo), dall’imbrunire fino a serata inoltrata

Cosa serve?

Tanta buona volontà e sensibilità per la sopravvivenza degli anfibi, non serve formazione teorica specifica

Quali attrezzature servono?

È sufficiente avere un abbigliamento idoneo a proteggersi dal freddo, giubbetto alta visibilità (perché si devono attraversare dei tratti stradali in condizioni di oscurità/scarsità di illuminazione), una torcia (per illuminare il terreno alla ricerca degli anfibi), dei guanti a perdere (del tipo di quelli che si usano al supermercato per maneggiare frutta e verdura) e un secchio (per ricoverare gli anfibi mentre si fa loro attraversare la strada)

Cosa si trova?

Benessere psicologico perché si fa un’opera encomiabile e …amici a due zampe (gli altri volontari)

Per contatti:

Francesco 0429 670336 – [email protected][email protected]

(CSV di Padova)