Letta “Serve una figura super partes e atlantista”

ROMA (ITALPRESS) – “Speriamo di arrivare a un accordo, è necessario, senza non riusciremo a eleggere il presidente della Repubblica. Dico alla Destra di non dividere il Parlamento proponendo candidati divisori. Il presidente deve essere un uomo o una donna capaci di includere e unire il Paese, questo è il nostro approccio. Il nome giusto è quello di una figura superpartes”. Così Enrico Letta, segretario del Pd, intervistato dalla Cnbc. “Mario Draghi rappresenta una risorsa straordinaria per il Paese, ma allo stesso tempo è importante assicurare che il Governo lavori bene per i prossimi 12 mesi al fine di spendere al meglio i soldi europei del Recovery Plan, portare avanti il ruolo dell’Italia nel contesto internazionale, a livello europeo e atlantico, cosa ancora più urgente in questo momento in cui il confronto con la Russia è così difficile”, ha aggiunto Letta.
Poi, ha spiegato: “Oggi non so dire un nome perchè non c’è ma so che giovedì, massimo venerdì dobbiamo eleggere il presidente della Repubblica. Dobbiamo essere veloci, non è il momento dell’incertezza. Il Paese necessita stabilità, politica ed economica”. Per Letta “l’elezione del presidente della Repubblica rappresenta una sfida, anche per il periodo che il Paese sta vivendo. Serve una figura che sappia unire il Paese, assicurare i mercati e che sia atlantista date le difficoltà tra Ucraina e Russia”.
(ITALPRESS).

Be the first to comment on "Letta “Serve una figura super partes e atlantista”"

Leave a comment