Fotovoltaico, adempimenti burocratici annuali verso l’ARERA

Non rischiare una sanzione, leggi l’articolo e contattaci.

Tutti i proprietari di impianti fotovoltaici di potenza nominale complessiva, pari o superiore a 100 kWp, sono obbligati ad ottemperare ad alcune pratiche imposte dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente.

Nel caso in cui non si rispettassero le scadenze prefissate, si potrebbe incorrere in sanzioni amministrative.

Quali sono questi adempimenti normativi e le relative scadenze?

Indagine Annuale Dati Tecnici su Produttori di Elettricità e Autoproduttori.

Indicativamente entro le prime settimane di aprile, viene fissata la scadenza per questo adempimento, oltrepassato tale data non sarà più possibile richiedere la riapertura della pratica per comunicare i dati richiesti.

Contributo annuo per il funzionamento dell’ARERA.

Tutti i soggetti produttori di energia elettrica sono tenuti al versamento di un contributo a favore dell’ARERA entro i mesi di ottobre/novembre di ogni anno, a copertura dei propri costi di funzionamento nell’ambito dell’attività di regolazione e controllo nei settori di propria competenza.

Si è tenuti al versamento solo se il valore del contributo calcolato supera 100 euro/anno, sotto tale soglia non si è soggetti al versamento del contributo.

Invio comunicazione Unbundling.

A seguito dell’approvazione del bilancio societario e non oltre i successivi 90 giorni, si dovrà provvedere all’invio della comunicazione Unbundling sul portale di ARERA.

Per maggiori informazioni:

visita il sito Energia agricola a km 0, oppure contattaci al numero 045 8762665

o all’indirizzo [email protected].

(Coldiretti Padova)