Il cloud gaming sta cambiando l’esperienza di gioco: ecco come

Chi conosce bene il settore dei videogiochi sa benissimo che il cloud gaming da tempo si spaccia per il futuro del gioco online. Sono molte infatti le aziende che recentemente hanno lanciato proposte per permetterci di giocare ovunque sia possibile avere una buona connessione senza preoccuparsi del tipo di computer o console in nostro possesso.

Come funziona il cloud gaming

Nonostante si tratti di una tecnologia piuttosto recente, per spiegare come funziona il cloud gaming basta pensare ai servizi erogati da piattaforme come Netflix o Spotify, ma per i videogiochi. Praticamente si utilizza lo streaming per giocare ai titoli preferiti senza averli direttamente sul proprio computer o console.

Nelle piattaforme che utilizziamo per il gaming online, dove è possibile trovare qualsiasi genere come sparatutto, puzzle, sportivi, ma anche siti dove giocare ai giochi quickspin che offrono video slot con una grafica attraente e di alta qualità, i diversi titoli devono essere scaricati sul dispositivo che intendiamo utilizzare.

Differentemente, con il cloud gaming il gioco viene ospitato sui server di un’azienda e quando ci si vuole intrattenere con un determinato titolo ci si deve connettere a quei server dove il videogioco è effettivamente in esecuzione.

Il cloud gaming è gratuito?

Il cloud gaming convenzionalmente viene offerto tramite servizi in abbonamento e pagando una quota mensile è possibile collegarsi a un ampio catalogo di giochi senza l’obbligo di acquistarli singolarmente.

In generale per accedere a questi servizi sono richiesti una console o un computer con cui connettersi a un’applicazione determinata e tra i servizi più conosciuti ci sono PlayStation Now, Xbox Game Pass e GeForce Now, tra gli altri. Recentemente anche Google ha deciso di sfruttare questa tendenza attivando Google Stadia, che permette di giocare direttamente da Chromecast o dal browser stesso.

Pro e conto del cloud gaming

Come accade anche per il cloud computing, il vantaggio principale del cloud gaming è sicuramente quello di poter giocare dovunque si voglia senza l’obbligo di avere console o computer potenti e costosi. Oltre a questo, bisogna considerare l’ampio catalogo di giochi che possono essere messi a disposizione, ma anche l’assenza dei tempi di attesa per i vari download che solitamente sono necessari per i giochi da installare su console o computer.

Considerato il costo medio di un gioco recente, inoltre, a parità di prezzo con il cloud gaming si ha la possibilità giocare a svariati titoli per alcuni mesi, che può tradursi in un vantaggio economico se nel catalogo sono presenti più videogiochi che ci interessano.

Infine, in casi come Google Stadia, si aggiungono altri vantaggi, come poter giocare con qualsiasi dispositivo, come un cellulare o direttamente dalla TV tramite un controller.

I principali svantaggi del cloud gaming

Parlando di aspetti negativi, invece, il più rilevante è quello di dover possedere una buona connessione internet per giocare con il cloud gaming. In caso contrario sorgerebbero problemi di lag e latenza, che si tradurrebbero in immagini che arrivano in ritardo rispetto all’esecuzione del gioco sul server o in comandi che tardano troppo nella risposta al gioco.

Anche il fatto di non essere proprietari dei giochi può considerarsi uno svantaggio, in quanto una sospensione del pagamento al servizio o la sua cancellazione comporterebbe la perdita dei salvataggi dei giochi fino a quel momento utilizzati. A questo bisogna aggiungere il fatto che gli sviluppatori di videogiochi potrebbero tardare a mettere in cloud i titoli più recenti e importanti per non penalizzare le entrate dagli acquisti delle versioni fisiche e digitali.

Dobbiamo pensare però che si tratta di vantaggi e svantaggi generici che dipendono prevalentemente da ciascuna delle piattaforme di cloud gaming attualmente sul mercato, oltre alla garanzia di una connessione internet che possa supportare tali servizi.

In ogni caso il cloud gaming sta via via rafforzandosi e sicuramente nel tempo potrebbe diventare l’alternativa più diffusa per il gaming online.

Please follow and like us:
Pin Share

Be the first to comment on "Il cloud gaming sta cambiando l’esperienza di gioco: ecco come"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


nove − nove =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.