RUNTS – Registro Unico Nazionale: come accedere alla piattaforma

Dal 24 novembre, tutte le Organizzazioni che hanno i requisiti per diventare ETS, e non sono iscritte ai preesistenti registri ODV e APS, possono iscriversi nel Registro Unico Nazionale (RUNTS) attraverso la piattaforma del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Le organizzazioni che intendono iscriversi al RUNTS devono dotarsi innanzitutto di SPID o CIE (Carta d’identità elettronica) per l’accesso, di un indirizzo PEC e della firma digitale per le comunicazioni, salvi i casi in cui le istanze vengano presentate dalla propria rete associativa o dal notaio (qualora si intenda richiedere contestualmente la personalità giuridica).

SPID (sistema pubblico di identità digitale) e carta d’identità elettronica (CIE) sono quelli del legale rappresentante dell’organizzazione.

Una volta effettuato l’accesso, si seleziona la voce “RUNTS” dal menu per entrare nel portale dedicato.
Da questo punto, per presentare una nuova domanda, si seleziona la voce “Richiedi” (contrassegnato da un “+”) nel menu a sinistra e si inseriscono i dati, almeno quelli obbligatori (contrassegnati da un asterisco), e i documenti richiesti (ad esempio atto costitutivo e statuto). I documenti devono essere inviati in formato pdf/a.

Una volta conclusa la pubblicazione dei documenti richiesti dall’istanza, il sistema invia una ricevuta in pdf che l’Associazione dovrà firmare digitalmente con modalità CAdES (attraverso la quale i file vengono salvati con l’estensione p7m). La ricevuta firmata digitalmente è da inviare all’ufficio (è importante inviare il file senza modificarne il nome). Al termine, l’Associazione riceve una PEC di conferma dell’avvenuta ricezione.

Più in generale, le comunicazioni tra l’Ufficio del RUNTS e l’Associazione avvengono attraverso Posta Elettronica Certificata. L’organizzazione riceverà inoltre delle notifiche all’interno della stessa piattaforma.

L’organizzazione potrà sempre accedere all’elenco delle proprie pratiche e a quelle ancora in bozza. Il sistema presenta anche una sezione “Supporto”, con una serie di FAQ in aggiornamento sul suo funzionamento e una “E-learning” (in fase di elaborazione) con una serie di video tutorial da consultare. E’ presente anche un canale di comunicazione privilegiato con l’Urp del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali nella sezione “Contattaci”.

E’ bene ricordare che per le Organizzazioni di Volontariato (OdV) e le Associazioni di Promozione Sociale (APS) già iscritte ai rispettivi registri regionali, dal 23 novembre gli uffici territoriali del RUNTS, hanno avviato la “trasmigrazione”.

Le OdV e le APS con sede in Veneto hanno trasmesso i propri dati attraverso un’apposita piattaforma informatica della Regione Veneto. Gli uffici regionali stanno verificando i requisiti, chiederanno eventuali integrazioni, e solo una volta concluso con esito positivo il procedimento, le OdV e le APS sanno da considerare formalmente iscritte al RUNTS.

Sulle modalità di accesso e di iscrizione al RUNTS il CSV di Padova e Rovigo organizza uno specifico webinar il 2 dicembre prossimo alle ore 17.30, nell’ambito di “Solidaria” e della scuola di legame sociale “L. Tavazza”, con l’avvocato Cristina Vaccario.
L’incontro è gratuito previa iscrizione attraverso il modulo dedicato.

(CSV di Padova)