A Padova FAI ponte tra culture

Corso di formazione base per mediatori e mediatrici artistico culturali prevalentemente di origine straniera

Il corso è voluto e organizzato dalla Delegazione FAI di Padova con il supporto del Comune di Padova e della Commissione per la rappresentanza delle persone padovane con cittadinanza straniera ed è indirizzato prevalentemente alle cittadine e ai cittadini di origine straniera.

L’impegno del FAI nella protezione del patrimonio italiano

Il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano, come noto, da anni si impegna nella protezione del patrimonio storico, artistico, culturale e ambientale italiano e nel diffonderne la conoscenza tra la cittadinanza.

Questo corso, che si terrà a Padova, dal 5 febbraio al 9 aprile 2021, rientra nel progetto FAI ponte tra culture, dove, afferma Ines Thomas Lanfranchi, presidente regionale «Il patrimonio storico artistico, culturale e ambientale viene utilizzato quale strumento per favorire l’integrazione tra persone di diversa provenienza che vivono nello stesso territorio. Il patrimonio viene valorizzato non solo dal punto di vista storico e artistico ma anche antropologico, riscoprendo i legami, antichi o recenti, tra l’Italia e il resto del mondo, le reciproche influenze e connessioni»

La sensibilità artistica è universale

«All’origine di questo pensiero – dice Mirella Cisotto, Capo Delegazione FAI di Padova, – l’idea che la sensibilità artistica sia universale: tutti i popoli, in ogni epoca storica, hanno espresso la loro creatività attraverso l’arte, ricercando un’ideale di bellezza e di armonia attraverso linguaggi e modalità espressive differenti, che si sono però sempre rivelate preziose occasioni di arricchimento, scambio reciproco e dialogo».

Anche per questo, il nome del progetto – FAI ponte tra culture – richiama l’immagine e il significato del ponte, luogo metaforico in cui incontrarsi in ogni campo, compresi quelli del bello e della cultura.

Questo progetto, che si avvale della collaborazione di studiosi ed operatori museali, è stato già sperimentato con successo in altre città e ha permesso di organizzare eventi e appuntamenti per i cittadini di diverse culture e provenienze, così da aumentare la conoscenza delle molte realtà presenti in Italia.

La Commissione per la rappresentanza delle persone padovane con cittadinanza straniera

Il progetto è stato presentato alla Commissione per la rappresentanza delle persone padovane con cittadinanza straniera ed è stato accettato con entusiasmo dalla Presidente Mabel Lanorio Malijan e dal Presidente della sottocommissione cultura Jun Zhou che affermano: «sarà sicuramente un nostro impegno promuovere e divulgare questo progetto affinché diversi rappresentanti delle comunità presenti a Padova possano godere di questa opportunità, partecipare al corso, e diventare loro stessi mediatori culturali, abili narratori delle bellezze del patrimonio artistico e ambientale di questo territorio». 

Obiettivi

Lo scopo del corso è formare mediatrici e mediatori artistico-culturali che possano accompagnare i conterranei alla scoperta della storia, della cultura e dei monumenti padovani., parlando nella propria lingua o anche in italiano, proponendo rimandi di collegamenti ai propri paesi d’origine.

Le lezioni, in lingua italiana, riguarderanno i principali periodi storici padovani e le relative testimonianze artistico-architettoniche.

I futuri mediatori verranno seguiti, sia nelle lezioni teoriche che nelle visite ai monumenti, da esperti che daranno spazio al confronto tra le diverse culture in modo che via sia uno scambio reciproco di informazioni e di esperienze.

I futuri mediatori e mediatrici collaboreranno così all’organizzazione delle Giornate FAI di Primavera e ad altri eventi della Delegazione.

Requisiti di ammissione

L’iniziativa è rivolta soprattutto a cittadine e cittadini immigrati residenti a Padova e provincia che abbiano i seguenti requisiti:

L’ammissione al corso sarà preceduta da un colloquio individuale per verificare l’idoneità del candidato, secondo i parametri stabiliti dalla Commissione che sarà costituita dalla Capo Delegazione, dalla Responsabile FAI ponte tra culture e altri due Delegati.

Date del corso e iscrizioni

Il corso è gratuito e si svolgerà da febbraio ad aprile 2022.

Sarà organizzato in lezioni teoriche presso il Punto FAI di Casa della Rampa Carrarese e in visite nei musei e altri luoghi della cultura della città di Padova.

A coloro che frequenteranno regolarmente il corso (almeno il 70% delle lezioni) verrà consegnato l’attestato di partecipazione al Corso di mediatore artistico culturale.

Per iscriversi è necessario compilare il modulo di adesione.

Il modulo di adesione deve essere inviato via mail a [email protected] entro il 25 gennaio 2022.

Informazioni
[email protected]

(Studio Pierrepi)