Covid, Stoppani (Fipe): “Per pubblici esercizi a dicembre -19,4% fatturato su 2019, ordinanza Speranza dannosa”

“A dicembre del 2021 i pubblici esercizi registrano un calo del fatturato del 19,4% rispetto allo stesso periodo del 2019. Un totale di 1,7 miliardi di euro in meno di cui 1,2 legati alle conseguenze della situazione sanitaria che stiamo vivendo, e 500 milioni invece come effetto delle misure restrittive prese dal governo”. Così, con Adnkronos/Labitalia, il presidente di Fipe Confcommercio, Lino Enrico Stoppani.
 

E, secondo Stoppani, per i pubblici esercizi piove sul bagnato. “L’ordinanza di Speranza -spiega- certamente danneggia il turismo e i pubblici esercizi”.
 

“Turismo e pubblici esercizi -sottolinea Stoppani- su cui pesano già le cancellazioni di eventi aziendali e di catering nel solo mese di dicembre per 300 milioni di euro, e il calo potenziale di circa 350 mila clienti non vaccinati, per un importo intorno ai 120-150 milioni di euro”. 

Certamente, aggiunge Stoppani, l’ordinanza di Speranza “colpisce di più gli alberghi mentre invece i pubblici esercizi reggono grazie al mercato interno”. 

Nonostante ciò secondo Stoppani “la proroga dello stato di emergenza era prevedibile e la riteniamo giusta perché la situazione è ancora critica e quindi è necessario poter semplificare eventuali provvedimenti emergenziali da prendere. L’augurio che ci facciamo, che credo fanno tutti gli italiani, è che nei prossimi mesi sia una precauzione superiore al bisogno”, conclude.  

(Adnkronos – Lavoro)

Be the first to comment on "Covid, Stoppani (Fipe): “Per pubblici esercizi a dicembre -19,4% fatturato su 2019, ordinanza Speranza dannosa”"

Leave a comment