“DECRETO SUPER GREEN PASS”: E’ UFFICIALE


PUBBLICATO IN GAZZETTA UFFICIALE IL DECRETO LEGGE N. 172/2021, RIBATTEZZATO “DECRETO SUPER GREEN PASS”.

Il Decreto “super green pass” introduce il certificato verde rafforzato che, dal 6 dicembre e fino al 15 gennaio 2022 (salvo proroghe), sarà indispensabile, anche in zona bianca, per accedere liberamente alle attività sociali e ricreative. In questo arco temporale il tampone (antigenico e/o molecolare) sarà depotenziato divenendo, in sostanza, efficace solo per recarsi al lavoro, in albergo, ristorazione per i clienti alloggiati nelle strutture ricettive, mense e catering continuativo su base contrattuale.

OBBLIGO VACCINALE

L’obbligo, già vigente per personale sanitario e chi lavora nelle RSA, viene esteso anche al personale non sanitario che lavora nel comparto salute, alle forze dell’ordine e a tutto il personale scolastico; l’estensione dell’obbligo riguarda anche il richiamo booster per il personale sanitario.

GREEN PASS “BASE”

L’ampliamento della sfera di utilizzo del green pass base ricomprende: le strutture ricettive, il trasporto ferroviario regionale e interregionale e il trasporto pubblico.

GREEN PASS “RAFFORZATO”

Il super green pass, dal 6 dicembre, verrà rilasciato unicamente in caso di avvenuta vaccinazione o guarigione dal Covid-19. Il certificato verde rafforzato consentirà l’ingresso a cinema, teatri, palestre, impianti sciistici, bar e ristoranti (per il consumo al tavolo al chiuso), mentre i tamponi resteranno efficaci solo per accedere al lavoro e alle attività giudicate essenziali.

Coloro che non hanno alcun pass, oltre a tutte le nuove limitazioni che si applicano a coloro che hanno solo la certificazione verde base (da tampone), non potranno recarsi al lavoro né prendere i mezzi pubblici e molto altro.

Permangono in ogni caso i protocolli e le norme riguardanti il distanziamento sociale e l’obbligo di indossare le mascherine al chiuso.

DURATA DEL SUPER GREEN PASS

  • Green pass da completamento ciclo di vaccinazione: 9 mesi dall’ultima dose
  • Green pass da richiamo (terza dose): 9 mesi dalla somministrazione
  • Green pass da avvenuta guarigione: 6 mesi dalla guarigione
  • Green pass da guarigione dopo vaccinazione: 9 mesi dalla guarigione
  • Green pass da unica vaccinazione dopo guarigione: 9 mesi dalla somministrazione

DURATA DEL GREEN PASS BASE

  • Green pass dopo test rapido: 48 ore dall’esecuzione del test
  • Green pass dopo test molecolare: 72 ore dall’esecuzione del test

AGGIORNAMENTO APP “VERIFICAC19”

Entro il 6 dicembre (data di entrata in vigore delle nuove disposizioni sul “Super Green Pass”) sarà fornita una versione aggiornata dell’app gratuita “VerificaC19”, che consentirà la gestione del nuovo tipo di certificato verde.

COSA CAMBIA PER I PUBBLICI ESERCIZI

>> Consumo al bancone interno (in piedi) e all’esterno (seduti o in piedi)

Per questo genere di servizio non cambia nulla: è possibile continuare a svolgerlo senza necessità di verifica del possesso di alcun green pass da parte dei clienti.

>> Consumo al tavolo al chiuso

A partire dal prossimo 6 dicembre sarà consentito soltanto per i clienti in possesso di super green pass. Sono esentati dal possesso di questo genere di certificazione i minori di 12 anni e i soggetti esonerati dalla vaccinazione per motivi di salute. A tal fine, si informa che l’esenzione dalla vaccinazione deve essere prodotta sotto forma di certificazione cartacea, sottoscritta da medici che operano nell’ambito della campagna vaccinale.

LIMITAZIONI DA ZONA GIALLA O ZONA ARANCIONE

Grazie al meccanismo del “super green pass”, anche in caso di passaggio di colore (da bianco a giallo o arancione), non saranno applicate le restrizioni precedentemente previste. Quindi, non vi saranno limitazioni di orario, né di numero di consumatori che si possono sedere al tavolo. Le restrizioni e il “coprifuoco” scatteranno eventualmente solo in zona rossa.

Eventi, banchetti e cerimonie

Per la partecipazione a questo genere di attività occorre dimostrare il possesso del certificato verde rafforzato, la cui verifica spetta all’organizzatore o a soggetti da lui formalmente delegati.

SERVIZIO MENSA

Sono esentati dal possesso del green pass rafforzato i clienti che usufruiscono del servizio mensa e di catering continuativo su base contrattuale: per loro è sufficiente anche il green pass “base”, rilasciato dopo un tampone. Così come accadeva prima dell’ultima riapertura (aprile 2021), dovrebbe essere considerata “attività di mensa” anche quella svolta dai ristoranti che abbiano stipulato contratti di somministrazione di alimenti e bevande (di solito per la pausa pranzo) con aziende-clienti, a favore dei dipendenti di queste ultime. Rimangono esclusi dal servizio di mensa gli autonomi e gli imprenditori individuali.

ALBERGHI E ATTIVITÀ RICETTIVE

L’obbligo del green pass “base” viene esteso ai clienti di alberghi e strutture ricettive, per poter accedere ai servizi di ristorazione agli alloggiati.

SALE DA BALLO E DISCOTECHE

È richiesto l’accesso con il super green pass per le attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, con capienza che non dovrà comunque essere superiore al 75% di quella massima autorizzata all’aperto e al 50% al chiuso (restano ferme tutte le altre disposizioni specifiche già previste).

CONTROLLI E COMUNICAZIONE

Sarà disposto un rafforzamento dei controlli da parte delle prefetture che devono prevedere un piano provinciale per l’effettuazione di costanti controlli entro 5 giorni dall’entrata in vigore del testo e sono obbligate a redigere una relazione settimanale da inviare al Ministero dell’interno. Sarà potenziata la campagna di comunicazione in favore della vaccinazione.

CARTELLO SUPER GREEN PASS

Padova 30 novembre 2021

(Ascom Padova)

Please follow and like us:
Pin Share