Comunicato stampa: il discorso del sindaco, Sergio Giordani, in occasione del 153° anniversario di fondazione del Corpo di Polizia Locale

Saluto cordialmente tutte le autorità, i rappresentanti dei corpi di Polizia Locale che sono presenti e tutti gli agenti della nostra Polizia Locale a partire naturalmente dal comandante Lorenzo Fontolan, che ringrazio per i costante impegno con il quale ogni giorno svolge il suo incarico. Sono particolarmente contento di essere oggi qui con voi a festeggiare il 153° anniversario del Corpo di Polizia Municipale L’anno scorso, purtroppo, l’emergenza sanitaria non ha permesso di ritrovarci per questa ricorrenza. Per gli agenti della Polizia Locale il Corpo è come una seconda famiglia. E come in ogni famiglia vera, gli affetti sono una cosa importante. E’ passato poco più di un mese dalla tragedia che ci ha colpito e devastati tutti, la morte in un tragico incidente in servizio, del nostro Massimo Boscolo. Voglio iniziare questa giornata dedicando un ricordo a lui, e alla sua famiglia. L’affetto e la vicinanza che gli avete tributato il giorno delle esequie è stato commovente. Non lo dimenticheremo mai. Osserviamo un minuto di silenzio e raccoglimento in suo ricordo

Questi due anni sono stati particolarmente difficili, e voglio ringraziarvi uno per uno, per il grande impegno che avete messo nel vostro lavoro, in condizioni oggettivamente straordinarie. E’ anche grazie al vostro senso del dovere che la città ha superato i momenti più duri del lockdown e oggi riprende gradualmente a vivere in modo naturale. La vostra presenza, i vostri interventi, rassicurano la grandissima parte dei cittadini che sono attenti alle regole necessarie per fronteggiare questa epidemia. Voglio sottolineare anche che l’impegno straordinario che avete messo nell’emergenza, non ha penalizzato la attività corrente, che è stata sempre e puntualmente garantita. Colgo anche l’occasione per ringraziare tutte le altre Forze dell’Ordine, con le quali la Polizia Locale ha ottimamente operato e ringrazio Prefetto e Questore per la grande collaborazione che sempre hanno dimostrato nell’affrontare con il Comune le numerose, e non sempre facili situazioni che ci siamo trovati a gestire. Una collaborazione che ha permesso di ottenere risultati di grande rilievo, oltre a trasmettere alla città e all’opinione pubblica tutta, un messaggio di serietà, unità e autorevolezza. La Polizia Locale svolge oggi un ruolo che è sempre più complesso e articolato. La città chiede ogni giorno ulteriori sforzi, maggiore presenza degli uomini e delle donne in divisa che trasmettono fiducia e sicurezza. Anche per questo, come Amministrazione, ci siamo mossi per aumentare gli organici del Corpo, per allargare la famiglia, riprendendo la bella metafora di prima. Ai primi 4 agenti che già nel 2021 si sono aggiunti grazie alle opportunità offerte dalla mobilità, proprio in queste settimane assumeremo altri 23 agenti e 2 ispettori. Altri tre agenti si aggiungeranno nel 2022 e 2023. L’arrivo di queste donne e uomini, che rafforzano il nostro organico, ci permetterà di rispondere ancora meglio alle tante aspettative, che i nostri concittadini ripongono nella Polizia Locale. Abbiamo puntato sul capitale umano, che è fondamentale, ma non trascuriamo la tecnologia. Ricordo che dalla fine del 2019 ad oggi, abbiamo installato la bellezza di oltre 340 telecamere, portando a quasi 800 gli “occhi elettronici” che vigilano sulla città, ed altre 50 arriveranno a breve nei parchi. A questo proposito voglio sottolineare i risultati, straordinariamente positivi, delle telecamere appositamente utilizzate per sorprendere in flagrante i furbetti- meglio dire gli incivili- che abbandonano i rifiuti dove è vietato o addirittura “li importano” da altri Comuni. Padova è certamente attrattiva, ma non è questo il tipo di attrazione che vogliamo stimolare. Rimanendo sul tema tecnologia, abbiamo dotato i nostri agenti delle “bodycam” che arriveranno a breve. Dispositivi che sono una garanzia di sicurezza per gli stessi agenti, oltre che per i cittadini, e che solo con la loro presenza, contribuiscono spesso a distendere i toni e rendere meno tesi alcuni interventi degli agenti. Infine, un altra grande soddisfazione è quello che ci arriva dalle nostre unità cinofile. Non bastano certo loro a cancellare il problema dello spaccio di droga e – aggiungo io – anche del consumo, ma il fiuto dei nostri cani, ottimamente guidati dai loro conduttori, ci consente di sequestrare quantità di droga davvero importanti. L’obiettivo mio e dell’assessore Diego Bonavina, che ringrazio per il grandissimo impegno e la vera passione con cui si dedica alla difficile delega della sicurezza, è di continuare in questo percorso di rafforzamento e valorizzazione dell’attività della Polizia Locale. Il ruolo che svolgono gli agenti non è solo quello di intervento in caso di problemi, ma è – ed è altrettanto importante- di riferimento e ascolto dei cittadini, che in loro spesso hanno il primo e più immediato contatto con l’Amministrazione. Agenti che sono e saranno sempre a fianco dei nostri concittadini. Infine un ringraziamento speciale alle donne e agli uomini della nostra Polizia Locale che saranno premiati nel corso di questa cerimonia, per i particolari interventi di cui si sono resi protagonisti. Conferma, se mai fosse necessario, di un attaccamento al proprio lavoro che va molto al di là del semplice dovere d’ufficio. Grazie per il vostro esempio. E buona festa a tutti.

(Padovanet – rete civica del Comune di Padova)

Please follow and like us:
Pin Share