Nuova Direttiva Nitrati-DGR n. 813 del 22 giugno 2021 – Prescrizioni in caso di allerta PM10

Nuova Direttiva Nitrati-DGR n. 813 del 22 giugno 2021 – Prescrizioni in caso di allerta PM10

Il 22 Giugno 2021 la Regione Veneto ha emanato la DGR n. 813/2021 che approva il IV° Programma d’azione nitrati.
Le nuove disposizioni, per tenere conto della condizionalità che decorre dal 1° di gennaio di ogni anno, si applicheranno dal 1° gennaio 2022, ad eccezione delle misure sui divieti stagionali che, data la particolare attenzione da parte della Commissione europea nell’ambito, rispettivamente, della lettera di messa in mora per mancata applicazione della Direttiva Nitrati del 2018 e le richieste di esecuzione della Sentenza del 10 novembre 2020 relativa alla qualità dell’aria, entreranno in vigore a partire dal 1° ottobre 2021.
A questo proposito, è prevista l’integrazione del Bollettino Agrometeo Nitrati con le indicazioni del Bollettino PM10, espressamente prevista dalla DGR n. 238/2021, al fine di gestire in modo organico l’informazione sui divieti e le condizioni di spandimento dei liquami ed assimilati; in particolare sia per le zone Zone Ordinarie che per le Zone Vulnerabili ai Nitrati, dal 1° ottobre al 15 aprile, nei giorni di allerta PM10 ARANCIO/ROSSO, sono comunque sempre consentiti gli spandimenti di liquami ed assimilati con l’obbligo di iniezione diretta (interratori) o con interramento contestuale (aratura).
Il territorio interessato dalle limitazioni sui liquami ed assimilati nei giorni di allerta PM10, è rappresentato da tutta la Regione con esclusione zona “Alpi e Prealpi” ed in particolare, per la Provincia di Treviso, con esclusione dei Comuni di Borso del Grappa, Cavaso del Tomba, Cison di Valmarino, Fregona, Monfumo, Revine Lago, Segusino, Tarzo e Pieve del Grappa.
Allo scopo di agevolare l’operatività, il bollettino Agrometeo Nitrati è integrato dal 1° di ottobre con il bollettino PM10; infatti, comparirà anche, nel caso di situazione meteo sfavorevole per le PM10, la dicitura per i comuni interessati “PM10” con il colore BLU.
Il Bollettino Agrometeo Nitrati è disponibile alla seguente pagina internet di ARPAV: https://www.arpa.veneto.it/bolagro/agrometeonitrati/nitrati.htm .
L’informazione è fornita anche mediante applicazione per dispositivi mobili ricercabile come “ App ARPAV Agrometeo Nitrati” ; la App è scaricabile dal sito ARPAV e, per chi già la possiede, è necessario fare l’aggiornamento.

Per le restanti misure, invece, le documentazioni amministrative sono quelle del III° Programma d’azione nitrati, così come stabilito dalla DGR n. 645/2021 concernente la Condizionalità, avendo come riferimento l’intera annualità (1° gennaio-31 dicembre).
Nel nuovo Programma d’azione nitrati sono state accolte le osservazioni presentate da Coldiretti. In particolare:
– la richiesta di scorporo della superficie a prato e pascolo dal calcolo della SAU in zona montana (più di 14,8 ettari) che rende obbligatorio il Registro dei fertilizzanti in Zona Ordinaria ( Provincia di Belluno: i registri dei fertilizzanti lo dovranno fare dal 2022 solo le aziende agricole che hanno seminativo per più di 14,80 Ha, non quelle con solo prato-pascolo);
– la richiesta di utilizzo di urea in copertura, senza quindi l’obbligo di interramento. In pratica, la distribuzione dell’urea è assimilata al liquame e, pertanto, su prato ma anche in copertura (sia cereali autunno/vernini che primaverili/estivi) non sarà necessaria l’incorporazione. Inoltre, l’incorporazione del liquame (e dell’urea) passa da 12 ore a 24 ore;
Di seguito alcuni punti modificati rispetto alla precedente normativa:
– obbligo della tenuta del registro delle concimazioni per tutte le aziende agricole con SAU ( superficie agricola utilizzata) superiore a 14,80 Ha: anche le aziende ricadenti in zona ordinaria ( non vulnerabile ai nitrati), ad eccezione di quelle con superficie a prato pascolo in Provincia di Belluno, dovranno fare obbligatoriamente il registro delle concimazioni su software della Regione Veneto dal 1 Gennaio 2022;
– Corsi d’acqua: il rispetto delle distanze verrà applicato a tutti i corsi d’acqua con la sola eccezione delle scoline, fossi collettori e corpi idrici pensili;
– Prescrizioni specifiche per i fertilizzanti immessi ottenuti mediante l’impiego di fanghi, rifiuti, scarti industriali oltre che per fanghi di depuarzione e altri rifiuti;
– Introduzione di una maggiore flessibilità ( da 30 a 90 giorni) per l’accumulo in campo di letami ( ad eccezione che per le lettiere esauste degli avicunicoli);
– Eliminazione dell’obbligo di 90 giorni di stoccaggio per le acque reflue di cantina;
Per quanto riguarda l’applicazione del periodo di divieto invernale e la richiesta di estensione dell’uso del cosiddetto semaforo, stante la messa in mora della Regione del Veneto per il mancato rispetto del divieto continuativo dal 1° dicembre al 31 gennaio, ribadita la contrarietà della Commissione europea in una riunione tra MIPAAF, MITE e Regioni interessate dalla procedura d’infrazione, rimane confermata la possibilità del semaforo solo per i mesi di novembre e febbraio, per i liquami su terreni con residui, per i letami e per i fertilizzanti azotati in ZVN. A questo riguardo, la tabella che riassume i periodi di divieto è stata resa più chiara specificando che il periodo di divieto va dal 1° dicembre al 31 gennaio, più 28 giorni (semaforo rosso) nei mesi di novembre e gennaio. Residuano, quindi, 30 giorni con semaforo verde nei medesimi mesi di novembre gennaio.

TABELLA PRESCRIZIONI IN CASO DI ALLERTA PM10

  dal 01 ottobre al 30 ottobre dal 01 novembre al 30 novembre dal 01 dicembre al 31 gennaio
PM10 Nessun Superamento Superamento Nessun superamento Nessun superamento Superamento Superamento Qualsiasi
Condizioni meteo Qualsiasi Qualsiasi Favorevoli Sfavorevoli Sfavorevoli Favorevoli Qualsiasi
INDICAZIONI del Bollettino INTEGRATO ZO/ZVN: Nessun divieto/obbligo ZO/ZVN: Obbligo iniezione/interramento immediato liquami e assimilati (fatte salve le esclusioni territoriali) ZO/ZVN: Nessun divieto/obbligo ZO: Nessun divieto/obbligo

ZVN: NF/divieto

ZO: Obbligo iniezione/interramento immediato liquami e assimilati (fatte salve le esclusioni territoriali)

ZVN: NF/divieto

ZO/ZVN: Obbligo iniezione/interramento immediato liquami e assimilati (fatte salve le esclusioni territoriali) ZO/ZVN: DIVIETO
  dal 01 febbraio a fine febbraio dal 01 marzo al 15 aprile dal 15 aprile al 30 aprile
PM10 Nessun superamento Nessun superamento Superamento Superamento Nessun Superamento Superamento Nessun superamento Superamento
Condizioni meteo Favorevoli Sfavorevoli Sfavorevoli Favorevoli Qualsiasi Qualsiasi Qualsiasi Qualsiasi
INDICAZIONI del Bollettino INTEGRATO ZO/ZVN: Nessun divieto/obbligo ZO: Nessun divieto/obbligo

ZVN: NF/divieto

ZO: Obbligo iniezione/interramento immediato liquami e assimilati (fatte salve le esclusioni territoriali)

ZVN: NF/divieto

ZO/ZVN: Obbligo iniezione/interramento immediato liquami e assimilati (fatte salve le esclusioni territoriali) ZO/ZVN: Nessun divieto/obbligo ZO/ZVN: Obbligo iniezione/interramento immediato liquami e assimilati (fatte salve le esclusioni territoriali) ZO/ZVN: Nessun divieto/obbligo ZO/ZVN: Consigliati iniezione/interramento immediato liquami e assimilati

(Coldiretti Padova)

Please follow and like us:
Pin Share