OPERATIVO IL PIANO REGIONALE CONTRO LA NUTRIA

Scadrà il prossimo 31 dicembre 2025 per il contenimento della specie

E’ stato approvato ilo 3 agosto scorso il Piano regionale di controllo della Nutria, con scadenza fissata il 31/12/2025, che stabilisce di fatto  le modalità di contenimento della specie.

Per quanto riguarda i metodi di intervento è possibile:

  • cattura mediante gabbie trappola, affidate ai proprietari/conduttori dei fondi (appositamente formati), con possibilità da parte degli stessi di procedere direttamente alla soppressione del capo, anche se privi di porto d’armi, attraverso dispositivi ad aria compressa con potenza non superiore a 7.5 Joule. Lo smaltimento dei capi catturati e abbattuti  è possibile direttamente in campo, nel limite di 10 capi per ettaro e per giorno, previo sotterramento un buche di 1 metro di altezza (prima 0,5 m).
  • abbattimento diretto con arma da fuoco tutto l’anno e anche nelle ore notturne  da parte del proprietario conduttore dei fondi, in possesso di licenza di caccia e di idonea assicurazione, se appositamente formato.  Questa possibilità di intervento è comunque soggetta al coordinamento dei Corpo/Servizi di polizia provinciale. Qualora il capo abbattuto non sia facilmente recuperabile, può essere lasciato in loco (ad esempio nel canale), in ragione del fatto che non è dimostrata la trasmissibilità di malattie infettive all’uomo e agli animali

Non sono previsti quantitativi massimi e la cattura/abbattimento può avvenire tutto l’anno.

(Coldiretti Padova)