Ezechiele Ramin, una messa il 24 luglio. Ancora vivi i valori per cui ha lottato ed è stato ucciso

«Ciò che patisce la semente lo patisce il seminatore»: questa frase di padre Ezechiele Ramin, comboniano di Padova ucciso nel 1985, all’età di 32 anni, suona così profetica da mettere i brividi. E sarà questa immagine a guidare il ricordo di padre Lele nell’anniversario della sua morte, il 24 luglio, nella sua parrocchia d’origine, San Giuseppe.

Leggi il servizio de La Difesa del popolo

(Diocesi di Padova)

Please follow and like us:
Pin Share