Piano di controllo nutrie

Il Piano regionale di controllo della nutria è scaduto il 30 giugno scorso e siamo in attesa dell’approvazione da parte della Regione Veneto del nuovo piano. Vista la parziale efficacia del Piano di controllo, così come per il Piano di controllo del cinghiale, è stato istituito un Tavolo di lavoro tra associazioni agricole, venatorie e, per quanto attiene la nutria, l’ANBI, coordinato dalla Regione. Il Tavolo di lavoro ha per obiettivo il superamento degli ostacoli operativi che rendono, di fatto, poco efficaci i Piani di controllo. Nel caso della nutria, Coldiretti ha fatto presente che si dovranno trovare forme per il ristoro delle spese per la cattura e l’abbattimento dei capi e, atteso che è possibile l’interramento dei capi in campagna fino a 10 unità per ettaro, anche forme per la raccolta e lo smaltimento dei capi abbattuti. Non appena possibile forniremo maggiori dettagli.

(Coldiretti Padova)