Comunicato stampa: fondi straordinari per il tram. Da metà luglio partono i consueti lavori estivi di manutenzione

Il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibile, nell’ambito del Fondo investimenti, ha destinato a diverse città italiane dotate di sistemi di trasporto rapido di massa, dei fondi straordinari da destinare alle manutenzioni e alla generale sicurezza del sistema.
La comunicazione è arrivata dal Ministero nei giorni scorsi, proprio mentre si stavano definendo le modalità delle consuete manutenzioni estive, che ogni anno vengono realizzate sfruttando l’opportunità del calo estivo del traffico urbano.

I lavori che verranno realizzati tra luglio e agosto interesseranno come ogni anno le resine e le rotaie, inoltre verranno sistemati i percorsi tattili sulle banchine delle fermate Cavallotti, Santa Croce, Diaz, Cavalletto, Stazione FS, Borgomagno, Arcella, Dazio, Palasport.

Per permettere lo svolgersi del lavoro il servizio subirà le seguenti modifiche:

Dal giorno 19 luglio al giorno 8 agosto compresi:

Giorni feriali e prefestivi:

  • effettuazione di corse tranviarie limitate sulla tratta Capolinea Sud – piazzale FS sino alle ore 20:00 circa;
  • sospensione dell’esercizio tranviario sulla tratta tra Stazione FS e capolinea Nord;
  • effettuazione del servizio sostitutivo tram (Sst) con autobus sulla tratta nord da inizio servizio alle ore 20:00 circa;
  • Sst su tutta la linea a partire dalle ore 20:00.

Le prime quattro corse del mattino saranno effettuate con Sst sino a Capolinea Nord

Giorni festivi:
Sst su tutta la linea;

Dal giorno 9 agosto al giorno 14 agosto compresi Sst su tutta la linea per tutto l’orario di servizio

In caso di avversità climatiche, è possibile che le attività (e quindi le variazioni del servizio) subiscano un anticipo e/o un ritardo di un massimo di due giorni.

Dichiara l’assessore Andrea Ragona: “Un’altra volta si dimostra la volontà del Governo di investire per rendere efficienti e migliori i sistemi di trasporto rapido di massa, come il nostro tram. Investimenti che indicano chiaramente che sono i sistemi più importanti per le città, quelli che permettono veramente di rivoluzionare la mobilità, rendendola più efficiente e soprattutto sostenibile. Questi 7 milioni ci sgraveranno, quest’anno e nei prossimi anni, dei costi della consueta manutenzione prevista ogni estate che stiamo organizzando proprio in questi giorni e questo significa la possibilità di liberare risorse che potranno essere investite altrove“.

(Padovanet – rete civica del Comune di Padova)