Comunicato stampa: in tutte le case il libretto del Comune con le domande sul Vaccino Covid-19 e le risposte dei più autorevoli

Giungerà nelle case di tutti i padovani, a partire da mercoledì 26 maggio, l’opuscolo “Vaccino Covid-19 domande e risposte” realizzato dal Comune di Padova a sostegno della campagna di vaccinazione.
Il libretto, 24 pagine in tutto, contiene le domande che più frequentemente le persone si pongono rispetto ai vaccini e alla stessa vaccinazione, domande alle quali rispondono, ognuno per la propria competenza specifica, alcune tra le più autorevoli figure del campo medico e sanitario italiano.
Come sottolinea il sindaco Sergio Giordani, nel suo intervento introduttivo “anche i quesiti più semplici meritano una risposta autorevole“. L’obiettivo dell’iniziativa è sgombrare il campo dai dubbi e dalle preoccupazioni in un momento nel quale la campagna vaccinale diventa davvero di massa con la somministrazione del vaccino ai trentenni e quarantenni, un segmento della popolazione meno colpito dagli effetti più duri del Covid e forse anche per questo, secondo alcune indagini, più “tiepido” nei confronti della necessità di vaccinarsi.

Il sindaco Sergio Giordani sottolinea: “Lo dico da mesi, dobbiamo vaccinarci tutti. E’ una questione di buon senso e di rispetto, verso se stessi e la propria salute e verso gli altri. Solo così usciremo da questa pandemia.
Il libretto che abbiamo preparato e che distribuiamo da mercoledì in tutte le case fornisce le risposte alle domande più frequenti che anche il nostro Urp ha raccolto dai cittadini.
Sono domande semplici, alle quali abbiamo chiesto una risposta ai maggiori esperti in campo medico e sanitario del Paese.
Li ringrazio tutti per la loro disponibilità e attenzione alla nostra iniziativa.
Sui vaccini e sulla vaccinazione girano le notizie più disparate, spesso senza una fonte alla quale attribuirle. Con questo opuscolo diamo una risposta ufficiale e autorevole alle domande chiave con l’obiettivo di rendere tutti i cittadini più consapevoli e più sereni nel vaccinarsi contro questo virus.
Se le fasce più anziane della popolazione sono in gran parte al sicuro, parte in questi giorni la protezione dei trentenni e quarantenni, una porzione larghissima della nostra popolazione.
Li invito tutti a vaccinarsi, a farlo con fiducia e in tutta sicurezza, per loro e per tutte le persone che frequentano e frequenteranno in questa estate che speriamo segni definitivamente uno spartiacque verso la ripresa di una vita normale.
Ringrazio l’’Ordine dei medici di Padova per il patrocinio che ha dato alla nostra iniziativa e approfitto ancora una volta per dire grazie al personale sanitario civile e militare che da settimane lavora senza sosta negli hub vaccinali della città.
Il loro impegno e dedizione è davvero encomiabile
“.

(Padovanet – rete civica del Comune di Padova)