FIRMA LA PETIZIONE – Stop fotovoltaico su suolo agricolo

IO FIRMO LA PETIZIONE PER PROTEGGERE IL SUOLO AGRICOLO.
SOSTIENI ANCHE TU LA BATTAGLIA DEI CONTADINI.

FIRMA LA PETIZIONE:

https://www.change.org/p/regione-del-veneto-stop-fotovoltaico-su-suolo-agricolo

Siamo semplici cittadini e amiamo la nostra terra.
Vorremmo che venisse consegnata ai nostri figli e ai nostri nipoti in buono stato.
Quando un territorio è bello e ben tenuto gran parte del merito lo si deve agli agricoltori impegnati quotidianamente a produrre cibo buono e sano, investendo in quelle cose che anche noi desideriamo: il rispetto della natura e degli animali, la cura della bellezza, la sicurezza alimentare, il minor uso possibile di prodotti chimici.

Abbiamo saputo che in Veneto una parte importante dei campi attualmente coltivati verrà destinata
all’installazione di pannelli fotovoltaici a terra.
È giusto e doveroso investire per produrre energia pulita che non inquini, ma perchè sacrificare i terreni coltivati?
Basta guardarsi attorno per vedere tante aree degradate, così come i tanti capannoni abbandonati o la moltitudine di tetti ancora con l’amianto che potrebbero essere coperti dai pannelli fotovoltaici per produrre energia green!
Perché quindi distruggere la bellezza di un campo coltivato?
Diciamocelo sinceramente: chi può dire che questi pannelli a terra sono belli? Nessuno!

In questi giorni si parla del parco fotovoltaico in Provincia di Rovigo, a Loreo, contro cui i contadini della Coldiretti stanno combattendo. Quell’area ha un valore turistico, essendo a pochi passi dal Delta del Po: i turisti che arrivano da lontano saranno contenti di percorrere quelle strade “ammirando” i pannelli fotovoltaici, piuttosto che i campi di grano o di lavanda?
Smettiamola di distruggere irreparabilmente queste terre, rubandole all’agricoltura perché ci sono tanti altri modi e varie alternative per fare energia pulita.
Questa battaglia è di tutti.

Noi siamo con i contadini che con la loro denuncia ci hanno informato di cosa sta accadendo.
Ed ora loro non sono più soli, perché con loro ci siamo noi.

(Coldiretti Padova)

Please follow and like us:
Pin Share