Novità fiscali e amministrative “Legge Finanziaria 2021”

Con la pubblicazione della “Legge Finanziaria 2021” con decorrenza dal 01/01/2021, il Consiglio dei Ministri ha provveduto a disciplinare le disposizioni finanziarie per il corrente anno 2021.

Le novità fiscali e amministrative di maggior rilievo, sono:

►ESONERO CONTRIBUTIVO COLTIVATORI DIRETTI/IAP- comma 33

È stato riconfermato, l’esonero (per un periodo massimo di 24 mesi) dal versamento contributivo del 100%, dell’accredito IVS a favore dei giovani coltivatori diretti/IAP:

  • di età inferiore a 40 anni;
  • iscritti nella previdenza agricola dall’l.1 al 31.12.2021.

►ESENZIONE IRPEF COLTIVATORI DIRETTI[IAP- comma 38

È confermata l’estensione anche al 2021 dell’esenzione IRPEF al 100% dei redditi dominicali/ agrari dei coltivatori diretti/imprenditori agricoli professionali iscritti nella gestione previdenziale.

Dal 2022 si dovrebbe tornare alla tassazione completa.

L’esenzione non si applica ai soci  delle S.N.C.,  S.A.S.  e delle  S.R.L., ma  solo delle Società Semplici.

►PERCENTUALI DI COMPENSAZIONE BOVINI[SUINI – comma 39

E’ estesa anche al 2021, nella stessa misura prevista  per  il  triennio  2018  – 2020, la percentuale di compensazione utilizzabile da parte dei produttori agricoli in regime speciale IVA relativamente alle cessioni di bovini e suini.

In particolare la percentuale applicabile agli animali vivi della specie bovina e suina può essere definita in misura non superiore rispettivamente al 7,7% e all’8%.

►CESSIONE TERRENI AGRICOLI DI  VALORE  PARI/INFERIORE  A  €

5.000 – comma 41

Al fine di facilitare il processo di ricomposizione fondiaria, per il 2021, è previsto che non sia applicata l’imposta di registro fissa (€ 200), alle cessioni di terreni agricoli/pertinenze a favore di coltivatori diretti e IAP, iscritti nella relativa gestione previdenziale e assistenziale.

Tale disposizione è applicabile alle cessioni di terreni/pertinenze:

–     di valore pari/inferiore a€ 5.000;

–     qualificati agricoli in base a strumenti urbanistici vigenti.

►PROROGA SABATINI-TER – commi 95 e 96

È stata confermato la proroga dell’agevolazione c.d. “Sabatini – ter” prevista dall’art. 2, DL n. 69/2013, consistente nell’erogazione, a favore delle micro, piccole e medie imprese, di un contributo a parziale copertura degli  interessi relativi al finanziamento stipulato per l’acquisto/ acquisizione in leasing di beni strumentali nuovi da parte delle PMI.

É confermata altresì, l’eliminazione della soglia di € 200.000 entro la quale è prevista l’erogazione in unica soluzione (anziché in 6 quote annuali) indipendentemente dall’importo del finanziamento (ad oggi prevista per le sole domande con finanziamento di importo non superiore a€ 200.000).

Pertanto le imprese beneficiarie potranno incassare l’intero contributo  subito dopo l’avvenuta realizzazione dell’investimento.

►RIVALUTAZIONE TERRENI E PARTECIPAZIONI – commi 1122 e 1123

È stata riconfermata, la possibilità di rideterminare il costo d’acquisto di:

  • terreni edificabili e agricoli posseduti a titolo di proprietà, usufrutto, superficie ed enfiteusi;
  • partecipazioni non quotate in mercati regolamentati, possedute a titolo di proprietà/ usufrutto;

alla data dell’l.1.2021, non in regime d’impresa, da parte di persone fisiche,

società semplici e associazioni professionali, nonché di enti non commerciali.

È fissato al 30.06.2021 il termine entro il quale provvedere:

  • alla redazione ed all’asseverazione della perizia di stima;
  • al versamento dell’imposta sostitutiva.

L’imposta sostitutiva risulta ora fissata nelle seguenti misure:

11% (invariata) per le partecipazioni qualificate;

11% (in precedenza 10%) per le partecipazioni non qualificate;

11% (in precedenza 10%) per i terreni.

►DETRAZIONE INTERVENTI EDILIZI[ENERGETICI – commi da 58 a 76 Per quanto riguarda le detrazioni previste per gli interventi “edilizi” è prevista:

  • la conferma delle detrazioni “ordinarie” per le spese relative agli interventi

di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica nonché dei

c.d. “bonus facciate”, “bonus verde” e “bonus mobili” (quest’ultimo con l’aumento a€ 16.000 della spesa agevolabile);

  • l’istituzione, a favore delle persone fisiche, del nuovo “bonus idrico”, pari a € 1.000, per la sostituzione dei sanitari con apparecchi a scarico ridotto/ limitazione di flusso d’acqua;
  • la conferma, con una serie di modifiche e implementazioni, della nuova detrazione del 110% che comportano un ampliamento dell’ambito di applicazione dell’agevolazione.

E’ prorogato dal 31.12.2020 al 31.12.2021 il termine  entro il quale  devono essere sostenute le spese relative agli interventi di riqualificazione energetica di cui all’art. 1, commi da 344 a 347, Finanziaria 2007  per poter fruire della

detrazione del 65% – 50%.

Il riconoscimento della detrazione per le spese sostenute nel 2021 è prorogato anche per gli interventi di acquisto e posa in opera di:

–     schermature solari (art. 14, comma 2, lett. b);

–     micro-cogeneratori in sostituzione  di impianti esistenti  (art.  14, comma 2, lett. b-bis);

–     impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili (art. 14, comma 2-bis).

E’ prorogato dal 31.12.2020 al  31.12.2021  il  termine  entro  il  quale  devono essere sostenute le spese relative  agli  interventi  di  recupero  del  patrimonio edilizio per  fruire della detrazione di cui all’art.  16-bis, TUIR nella misura del 50%, sull’importo massimo di € 96.000.

Con l’introduzione del nuovo comma 3-bis al citato art. 16-bis, la detrazione del 50% è riconosciuta anche per le spese sostenute per la sostituzione del gruppo elettrogeno di emergenza esistente con generatori di emergenza a gas di ultima generazione.

E confermato anche per il 2021 il c.d. “bonus mobili”. In particolare, la detrazione  del 50%  può  essere  fruita  dai soggetti  che  nel  2021 sostengono spese per l’acquisto di mobili e/o grandi elettrodomestici di categoria A+ (A per   i forni) finalizzati all’arredo dell’immobile  oggetto  di  interventi  di  recupero del patrimonio edilizio iniziati dall’l.1.2020.

N.B. La spesa massima agevolabile (pari a € 10.000 fino al 2020) è stata innalzata a€ 16.000.

E’ confermato anche per il 2021 il c.d. “bonus facciate”, pari al 90% delle spese sostenute per interventi edilizi sulle strutture opache della facciata, su balconi/ fregi/ ornamenti, inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna, finalizzati  al recupero/restauro della facciata esterna degli edifici ubicati in zona A (centri storici) o B (totalmente o parzialmente edificate) di cui al DM n. 1444/68.

NUOVO “BONUS IDRICO”

È introdotto il nuovo “bonus idrico”, a favore delle persone fisiche residenti in Italia, pari a€ 1.000 per ciascun beneficiario, fino ad esaurimento del fondo stanziato a tal fine (€ 20 milioni), da utilizzare entro  il  31.12.2021,  per interventi su edifici/parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari, di:

  • sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a  scarico ridotto;
  • sostituzione di apparecchi di rubinetteria sanitaria/ soffioni doccia/ colonne doccia esistenti con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua;

In particolare il nuovo beneficio spetta per:

–     la fornitura e la posa in opera di vasi sanitari in ceramica  con  volume massimo di scarico pari o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico, compresi le opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti;

–     la fornitura e l’installazione di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata pari o inferiore  a 6 litri al minuto, e di soffioni doccia e colonne doccia con portata di acqua pari o inferiore a 9 litri al minuto, compresi le eventuali opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti.

Con un apposito Decreto saranno definiti i termini e le modalità di richiesta ed utilizzo.

(Coldiretti Padova)

Please follow and like us:
Pin Share