COLDIRETTI. AGRITURISMO. DOPO L’EMERGENZA COVID, IL CAMBIAMENTO.

COLDIRETTI. AGRITURISMO. DOPO L’EMERGENZA COVID, IL CAMBIAMENTO.

COLDIRETTI. AGRITURISMO. DOPO L’EMERGENZA COVID, IL CAMBIAMENTO.

L’agriturismo Papaveri e Papere di Caltana di Santa Maria di Sala racconta la propria esperienza.

4 Marzo 2021  La pandemia ha scardinato gli equilibri consolidati da anni, questo è un dato di fatto. Ce lo raccontano anche Anna e Cinzia Carraro titolari dell’agriturismo Papaveri e Papere sito in via caltana1/b a Santa Maria di Sala mentre fanno i conti con la situazione contingente. “Noi abbiamo sempre puntato sulla ristorazione ma in questo momento dobbiamo dovuto cambiare impostazione e mirare alla  vendita dei nostri prodotti. Abbiamo tentato la consegna a domicilio delle nostre pietanze, ma in campagna questo servizio stenta a decollare per via delle distanze dal centro abitato.” Specifica Anna.

Papaveri e Papere è un’azienda agricola biologica certificata da Icea, nata nel 1997 dal sogno delle sorelle Carraro di cambiare vita e trasferirsi in campagna. “ Nostro padre che amava il mondo agricolo e che ci ha trasmesso questa passione, ci aiutò a trovare il terreno adatto. Lo trovammo a Caltana, 16 ettari di frumento e papaveri, da qui il nome dell’azienda dove ci trasferimmo dalla Riviera del Brenta.” L’azienda coltiva cereali, ortaggi, alleva maiali e animali di bassa corte e oltre a dedicarsi a queste attività quotidianamente, dal 2001 si occupa anche dell’agriturismo con ristorazione e alloggio. Uno dei punti di forza è rappresentato dall’attività didattica, infatti sin dall’inizio l’azienda è diventata un punto di riferimento per le scuole della provincia di Venezia per i numerosi percorsi in cucina come ad esempio “dal grano al pane” ma anche all’aria aperta immersi nella vita di campagna tra asinelli, capre e cavalli, apprezzati ancor di più d’estate quando i genitori approfittano del servizio di centro estivo per far trascorrere ai piccoli magnifiche settimane in libertà. “La pandemia ci ha scardinato la routine ma ci ha allo stesso tempo spinti a riflettere su come programmare le attività future. I nostri prodotti biologici vengono molto apprezzati, in particolare ci capita di accontentare clienti anche fuori provincia  che richiedono i nostri insaccati e carne biologica difficilmente reperibili altrove. Ecco che questo ci dà motivo di reimpostare il lavoro, di spingerci maggiormente all’esterno, puntando sulla vendita diretta; anche se degustare i nostri prodotti in agriturismo, preparati con le ricette della tradizione, immersi nella tranquillità della campagna, rimane un lusso che speriamo di poterci riconcedere al più presto.” Conclude Anna Carraro.

(Coldiretti Padova)

Please follow and like us: