#PADOVATUTTICONVOCATI. NELL’INCONTRO CON MURARO BERTIN RILANCIA L’ARENA DELLA MUSICA

IL QUARTO INCONTRO DEL #PADOVATUTTICONVOCATI DELL’ASCOM CONFCOMMERCIO, OGGI COL PRESIDENTE DELLA FONDAZIONE CARIPARO, GILBERTO MURARO, REGISTRA LA CONVERGENZA SULLA NECESSITA’ DI RENDERE PADOVA MASSIMAMENTE ATTRATTIVA.
BERTIN: “LA PROTESTA DEL MONDO DELLO SPETTACOLO HA RILANCIATO LA NOSTRA IDEA DELL’ARENA DELLA MUSICA, VOLANO DI SVILUPPO”

Quarto incontro del #padovatutticonvocati atto secondo, l’iniziativa dell’Ascom Confcommercio di Padova volta a focalizzare le iniziative strategiche per una ripresa robusta nel post pandemia.
A confrontarsi in collegamento da remoto col presidente dell’Ascom, Patrizio Bertin, il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio, Gilberto Muraro.
E a Muraro, che non ha mancato di ricordare l’impegno della Fondazione in favore del territorio, Bertin ha sottolineato come, di fronte ad un mondo che è completamente cambiato, bisogna mutare paradigma, insistendo sugli investimenti in grado di rendere Padova massimamente attrattiva.
Dunque, progetti. E tra questi, al di là di una centralità dell’Università che per Muraro è un’”etichetta” sotto la quale si possono enucleare interventi strategici come il nuovo ospedale, il centro congressi, la soft city ed il competence center, Bertin ha introdotto il tema dell’Arena della Musica, un’idea nata in Ascom ormai qualche anno fa e che potrebbe rappresentare un volano di sviluppo importante soprattutto in vista di una ripresa di quegli spettacoli che ieri, drammaticamente, gli operatori del settore hanno evidenziato con la manifestazione regionale svoltasi a Padova e che Valeria Arzenton, di Zed, ha ricordato in numerose interviste.
Un’identità di vedute che ha visto Bertin e Muraro convergere su questioni centrali come il turismo, l’informatica, l’educazione soprattutto della prima infanzia intesa come investimento per il futuro e l’inclusione sociale.
Insomma un ritorno ad una centralità di Padova che, ad esempio, per la finanza e per il commercio all’ingrosso, si è un po’ persa nel corso degli ultimi decenni ma che domani, non appena il virus abbandonerà la ribalta, dovrà poter contare, attraverso gli enti locali, anche sui fondi del Next Generation UE che potranno utilmente essere sfruttati per riportare la città al centro dell’interesse degli investitori.

Padova 24 febbraio 2021

(Ascom Padova)

Please follow and like us:
Pin Share