EX CASERMA PRANDINA. BERTIN: SIAMO PER IL PARCHEGGIO

EX CASERMA PRANDINA.

BERTIN (ASCOM CONFCOMMERCIO): “A QUESTO PUNTO, VISTE LE CONSIDERAZIONI DEL SOPRINTENDENTE, E’ SOLO UNA DECISIONE POLITICA. NOI, LO RIBADISCO, SIAMO PER IL PARCHEGGIO SE NON VOGLIAMO IL DECLINO DELLA CITTA'”

“A questo punto fare dell’ex caserma Prandina un parcheggio importante per la città è solo una decisione politica“.

Patrizio Bertin, presidente dell’Ascom Confcommercio di Padova, accoglie con evidente soddisfazione le affermazioni del Soprintendente, Fabrizio Magani che, pur attribuendo alla Prandina un vincolo culturale serio, non vede controindicazioni alla realizzazione di un parcheggio.
“Direi di più: – insiste BertinMagani, che quella realtà la conosce bene, fa un esplicito riferimento a come Verona abbia affrontato il problema parcheggi in un’area centrale come quella dell’ex Arsenale contribuendo non solo a rendere un servizio al turismo e dunque all’economia scaligera, ma anche alla bellezza della città stessa”.

Tolto di mezzo un ipotetico vincolo ostativo di ordine culturale, a questo punto è dunque solo questione di scelte.
“Ed è a queste scelte – conclude Bertin – che adesso ci richiamiamo. Il Comune deve avere il coraggio di dire cosa vuol fare dell’ex Prandina. Noi ribadiamo il concetto che un parcheggio in quell’area sarebbe vantaggioso sia per il commercio che per il turismo cittadini. D’altra parte, le recenti chiusure di negozi ed il progressivo abbandono del lusso confermano, oggettivamente, che una città che non è in grado di accogliere, anche grazie a parcheggi adeguati, è destinata al declino”.

PADOVA, 20 FEBBRAIO 2021

 

 

 

 

(Ascom Padova)

Please follow and like us: