Amore e giustizia – 9. Amoris laetitia, la valutazione della situazione particolare

Giovedì 11 marzo 2021 si terrà – online – il convegno inter-facoltà “Amore e giustizia voglio cantare”: la giustizia profezia della chiesa. Il caso del rapporto tra teologia e diritto alla luce dei dibattiti suscitati da Amoris laetitia, promosso da Facoltà teologica del Triveneto e Facoltà di Diritto canonico San Pio X di Venezia (vai alla notizia).

Ai lavori della mattinata faranno seguito nel pomeriggio (ore 14.30-17) cinque laboratori, fra cui:
La valutazione della situazione particolare
modera: Giampaolo Dianin

Amoris laetitia ha scelto la strada del discernimento per affrontare situazioni pastorali che fino a ieri trovavano nella norma morale ed ecclesiale un riferimento chiaro e definito – spiega Dianin. Non è stato ritenuto appropriato nemmeno il sentiero delle “eccezioni” in base al tradizionale metodo della casistica.
A molti il discernimento appare come una strada che apre a quel “compromesso” morale che alla fine tradisce i valori che stanno a monte della norma. Ad altri appare come il recupero del primato della coscienza col rischio, anche in questo caso, di aprire le porte al soggettivismo.
Agli occhi di papa Francesco la strada del discernimento è il modo corretto per declinare amore e giustizia, è il punto d’incontro e di sintesi delle due. Ma i rischi e i dubbi permangono.
Il laboratorio cercherà di entrare nel percorso del discernimento per verificare come la strada indicata da Amoris laetitia possa essere un itinerario adeguato per armonizzare amore e giustizia, senza negare l’inevitabile polarità e tensione tra le due.
I partecipanti saranno invitati a confrontarsi su alcune domande:
• Quali dubbi suscita l’attenzione alle situazioni particolari?
• Come evitare che discernere diventi soggettivismo e negazione della norma?
• Quale ripensamento della norma suggerisce Amoris laetitia?
• Quale concetto di coscienza emerge da questo percorso?

Giampaolo Dianin, presbitero della Diocesi di Padova, è docente di teologia morale familiare alla Facoltà teologica del Triveneto ed è rettore del seminario maggiore vescovile di Padova.
È appena uscita la terza edizione, riveduta e ampliata del suo volume Matrimonio, sessualità, fecondità (Edizioni Messaggero Padova-Facoltà teologica del Triveneto), corso di morale familiare destinato agli studenti del ciclo istituzionale di teologia e utile soprattutto per chi si occupa di educazione all’amore e di pastorale familiare. Novità rispetto alla precedente edizione: la riflessione aperta dall’esortazione apostolica Amoris laetitia, le discussioni sull’identità di genere, il riconoscimento giuridico delle coppie omosessuali.

Iscrizioni
La partecipazione al convegno e ai laboratori è gratuita.
L’iscrizione è obbligatoria entro il 4 marzo 2021 tramite il modulo: https://forms.gle/WT3HiASocHdpitz2A
Agli iscritti verrà comunicato il link a cui collegarsi per partecipare.

In allegato: depliant e locandina

(Facoltà Teologica del Triveneto)

Please follow and like us: