OLIMPIADI CORTINA:”IL PATRIMONIO AGROALIMENTARE REGIONALE COME LEVA ECONOMICA”. Coldiretti:”Appuntamento strategico per il tessuto produttivo agroforestale montano”

OLIMPIADI CORTINA:”IL PATRIMONIO AGROALIMENTARE REGIONALE COME LEVA ECONOMICA”. Coldiretti:”Appuntamento strategico per il tessuto produttivo agroforestale montano”

OLIMPIADI CORTINA:”IL PATRIMONIO AGROALIMENTARE REGIONALE COME LEVA ECONOMICA”

Coldiretti:”Appuntamento strategico per il tessuto produttivo agroforestale montano”          

16 febbraio 2021 – Valorizzare la montagna per dare vita ad una nuova economia nella prospettiva rappresentata dalle Olimpiadi Invernali Milano-Cortina 2026. Coldiretti Veneto condivide le parole del Presidente Luca Zaia usate per presentare il progetto “Veneto in Action” il programma strategico che coinvolgerà tutta la filiera turistico-ricettiva-infrastrutturale in vista dell’evento olimpionico. “Investire su ospitalità ed accoglienza significa anche considerare un tessuto produttivo agro-forestale vitale e interconnesso con il sistema regionale.  E’ indispensabile, in questo senso – commenta Coldiretti Veneto –  considerare la rete delle malghe, dei rifugi e degli agriturismi che rappresentano a livello europeo una realtà esclusiva nel panorama internazionale. Il territorio pedemontano ha minori possibilità di fruizione turistica e limitazioni naturali. La montagna veneta è un’area fragile e contrassegnata da un continuo spopolamento: in dieci anni sono stati abbandonati 30 mila ettari di prati e pascoli un bene che al pari delle foreste (412mila ettari) rappresenta un patrimonio per tutti: difesa idrogeologica , biodiversità, paesaggio.

Cortina 2026 – afferma con forza Coldiretti Veneto – deve diventare l’occasione da non perdere per rilanciare questo patrimonio. Ci vuole uno sforzo comune per rilanciare nel mondo il patrimonio enograstromico e le bellezze di territori ancora fruibili – non dimentichiamolo – grazie alla presenza caparbia degli agricoltori, insieme alle tradizioni che costituiscono la forza di una identità cosi forte. Occorrerà ripensare ad un nuovo modo di fare turismo, sempre più sostenibile ed esperienziale che consenta ai turisti e agli sportivi di tutto il mondo di poter conoscere luoghi e tradizioni alimentari di cui il Veneto va giustamente fiero.

Aspettiamo di poter condividere queste riflessioni – conclude Coldiretti Veneto – che trovano riscontro nel nostro documento politico “Identità Veneta” sottoscritto dallo stesso Presidente Zaia.

(Coldiretti Veneto)

Please follow and like us: