Lotta all’inquinamento: ecco i primi dieci Comuni dove nascerà “Il Bosco vivo” con l’associazione Spiritus Mundi onlus

terriccio

Entra nel vivo il progetto che la Provincia di Padova e l’associazione “Spiritus Mundi” onlus hanno avviato per la piantumazione di alberi nei Comuni padovani. Sono stati infatti selezionati le prime dieci realtà locali che ospiteranno i nuovi arbusti. L’iniziativa denominata “Il Bosco vivo” rientra nelle diverse politiche messe in atto dall’Amministrazione provinciale con l’obiettivo di contenere il pm10 attraverso azioni strutturali.
“Siamo nel pieno dell’emergenza sanitaria, ma tutte le attività che la Provincia ha avviato prima del Covid19, proseguono regolarmente – ha spiegato il presidente Fabio Bui – in particolare la nostra azione per abbattere i livelli di inquinamento continua a rappresentare una priorità. Mai come ora siamo convinti che la salute di oggi e quella dei nostri figli domani, sia strettamente legata alla qualità dell’aria che respiriamo. Per questo abbiamo fin da subito promosso questa iniziativa che, piano piano, sta proseguendo grazie anche alla passione dei volontari dell’associazione. Ricordo che i blocchi del traffico possono rappresentare una soluzione di urgenza, ma servono interventi risolutivi sul lungo termine come questo o la sostituzione delle vecchie caldaie che come Provincia stiamo incentivando”.
È stata, infatti, approvata la graduatoria con i nomi dei dieci Comuni padovani dove saranno piantati gli alberi. Si tratta di:

1.    Piove di Sacco
2.    Arzergrande
3.    Legnaro
4.    Rubano
5.    Borgo Veneto
6.    Albignasego
7.    Tribano
8.    Limena
9.    Selvazzano
10.    Rovolon

“Questi – ha detto il consigliere delegato all’Ambiente Fabio Miotti – sono i primi Comuni, ma il progetto è aperto a tutte le 102 Amministrazioni locali del territorio. Questa iniziativa è nata da un’idea dell’ex consigliera provinciale oggi consigliera regionale Elisa Venturini che ringrazio per averla fortemente sostenuta e avviata.
Stiamo riscuotendo un buon interesse, quindi, abbiamo deciso di riaprire i termini per coinvolgere altri sindaci interessati. Ricordo che la Provincia ha stanziato per l’iniziativa 150.000 euro, assegnati ora solo per un terzo circa. Per partecipare, è necessario individuare aree urbane o periurbane comunali di almeno 4.000 mq dove saranno piantumati gli alberi e presentare domanda alla Provincia secondo l’avviso già pubblicato. In questo modo sarà possibile ottenere il contributo sulle spese vive e per l’eventuale collaborazione con il mondo del volontariato. Il Comune, infine, dovrà assicurare la manutenzione necessaria a garantire la vita delle piante. Le aree boschive che abbelliranno i Comuni diventeranno patrimonio della comunità dove organizzare eventi, iniziative o incontri di aggregazione”.

L’obiettivo del format “Il Bosco Vivo” e di questa collaborazione con l’associazione “Spiritus Mundi”, mira a piantumare essenze autoctone come la quercia, l’acero e il tiglio che aiutano ad assorbire le sostanze inquinanti. L’associazione è nata nel 2016 con la volontà di riportare i boschi del Veneto al loro antico splendore così anche da migliorare le problematiche relative al clima, aumentare la biodiversità e ridurre il rischio idrogeologico.
Ulteriori informazioni sull’attività dell’associazione sono disponibili sul sito www.ilboscovivo.eu. Maggiori chiarimenti sulla possibilità di accedere ai contributi provinciali, sono a disposizione gli uffici della Provincia ai numeri 049-820.1529 e 049-820.1836.

22/01/2021

(Provincia di Padova)

Please follow and like us: