Assalto al Congresso, polizia: “Una donna uccisa da agente”



Washington, 7 gen. E’ stato un agente di polizia a sparare e uccidere la prima vittima degli , una donna, Ashli Babbitt. Lo ha dichiarato il capo della polizia di Washington, Robert Contee, spiegando che la vittima, militare in congedo, è stata colpita all’interno della sede del Congresso, dove era entrata per protestare in sostegno del presidente uscente Donald Trump. La donna, colpita mentre si arrampicava su una finestra, è deceduta in ospedale per le ferite riportate e sulla sua morte è stata aperta un’inchiesta, ha spiegato Contee.
Sui social il marito l’ha descritta come ”una grande patriota” e una ”grande sostenitrice di Donald Trump”, affermando che era disarmata. Era una veterana dell’Air Force e viveva a San Diego.

(Adnkronos)

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Assalto al Congresso, polizia: “Una donna uccisa da agente”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


sette − 4 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.