Auguri di serene feste

«Solo identificandosi con gli ultimi arrivò ad essere fratello di tutti»,

scrive il Papa parlando di Charles de Foucauld; e poi continua esprimendo un desiderio:

«che Dio ispiri questo ideale in ognuno di noi».

Fratelli tutti, n° 287

È questo l’augurio che ci scambiamo a vicenda nei giorni di Natale, contemplando Dio che sceglie di essere l’ultimo degli ultimi, a Betlemme…

Così da poterci chiamare “fratelli”, ancor di più in questo tempo fragile che tutti stiamo vivendo, affidandoci al Signore che nasce per noi… in noi.

Con riconoscenza!

don Carlo, Silvia e Davide

(Diocesi di Padova)

Please follow and like us: