Cashback di Natale

Partendo dal presupposto che in tutte le attività commerciali devono accettare i pagamenti elettronici ( obbligo deciso con la legge di stabilità Finanziaria del 2016) e che l’eventuale rifiuto non è, fino ad oggi, passibile di sanzione, per incentivare l’uso della moneta elettronica il Governo, attraverso il decreto n°156 del 42-11-2020, ha introdotto Il “Cashback di Natale”: una misura sperimentale che durerà dall’8 dicembre al 31 dicembre 2020.

Da gennaio 2021, partirà il rimborso Cashback a regime, a cui dovrebbe affiancarsi un Cashback speciale che prevedono regole differenti.
Il Cashback Natale è un rimborso in denaro a favore delle persone che effettuano acquisti pagando con moneta elettronica durante il mese di dicembre 2020. Nello specifico, ai soggetti che effettuano un acquisto con pagamento elettronico viene rimborsato il 10% della spesa per ciascuna transazione di un importo fino a 150 euro. La somma delle transazioni rimborsate non può comunque superare i 1500 euro.

La partecipazione al programma per ottenere i rimborsi Cashback ha inizio dal momento della prima transazione, cioè quando si paga il primo acquisto con carta di credito o bancomat, dopo essersi registrati sulla app “IO”. Hanno diritto al rimborso le persone che effettuano acquisti con bancomat carta di credito, entro il 31 dicembre 2020.

Per ottenere l’agevolazione è necessario effettuare acquisti in negozi fisici mentre sono esclusi tutti i negozi online. Questo significa che sono comprese indistintamente tutte le spese effettuate in modalità elettronica presso qualsiasi attività commerciale per qualsiasi prodotto in vendita.

(Confesercenti Veneto Centrale)

Please follow and like us:
Pin Share