Comunicato stampa: tutto pronto, è attivo il piano anti-neve

E’ già pronto il piano anti-neve: azioni pianificate per un periodo di tre mesi circa, da inizio dicembre ad inizio marzo, per liberare le strade, ripristinare la viabilità in sicurezza in presenza di neve e ghiaccio, pulire i marciapiedi, cercando di contenere, al massimo, i disagi ai cittadini. Questa la risposta del Comune di Padova in caso di condizioni meteo avverse. Il piano è attivo ed è stato messo a punto dal Settore Lavori Pubblici dell’Amministrazione comunale.

“E’ tutto pronto e l’ultima cosa che vogliamo è farci cogliere impreparati dal maltempo – sottolinea il vicesindaco con delega ai lavori pubblici, Andrea Micalizzi – Proprio per questo vi è un accordo in essere con una società di servizi che ci allerta e pre-allerta per nevicate o formazione di ghiaccio per tutta la durata dei fenomeni. Un servizio che ci consente di determinare l’inizio e l’entità degli interventi e di centrare l’obiettivo del piano che è quello di eliminare la neve dalle strade ad elevato flusso veicolare per poi entrare nella viabilità secondaria sia su strade di quartiere che su piste ciclabilì e marciapiedi. Un impegno e un investimento importante – sottolinea Micalizzi – sia dal punto organizzativo che economico: 250 mila euro dedicati alla sicurezza dei cittadini e al territorio. Siamo pronti a trattare circa 280 chilometri corrispondenti alla viabilità principale e parte della viabilità secondaria sui circa 980 chilometri di strade competenti. Ci siamo dotati anche di 17 moduli gps per il monitoraggio in tempo reale dei mezzi spargisale che, da pianificazione, sono pronti a ricoprire con più passaggi, sulla viabilità principale, circa 600 chilometri. Un piano – chiude Micalizzi – che, in base alle condizioni meteo, al traffico, al numero di spargisale attivi, può essere completato in un arco temporale che va dalle 6 alle 10 ore”.

Nel dettaglio, il piano si attua principalmente attraverso l’esecuzione di due fasi: la prima consiste nel trattamento nel territorio di circa 100 punti sensibili individuati corrispondenti a cavalcavia, viadotti, sottopassi, rotatorie e svincoli, che sono i primi ad essere trattati dato la loro natura strategica. La seconda, nel trattamento di tratti di strada di primaria importanza individuati nella planimetria attraverso percorsi colorati con la divisione del territorio comunale in 3 ambiti, il centro e due settori: centro, corrispondente al Quartiere 1 e parte del Quartiere 4; settore Ovest, Quartieri 5, 6 e parte dei quartieri 2 e 4; settore Est, Quartiere 3 e parte dei quartieri 2 e 4.

I mezzi messi a disposizione dal Comune sono 2 spargisale con modulo gps montati e 1 spargisale elettrico da montare per percorsi modesti, quali marciapiedi e piste ciclabili. A questi si aggiungono altri mezzi dedicati al piano provenienti da soggetti privati che consistono in 8 spargisale per la grande viabilità di cui 4 dotati anche di lama sgombraneve, 12 mezzi con lama anteriore e spargisale posteriore per le strade di quartiere e la pulizia di Prato della Valle, delle piazze e delle aree soggette a mercati periodici.

A fronte dei circa 3 mesi di attività pianificata, tra il personale dedicato si annoverano 12 tecnici e circa 20 operai provenienti da vari settori del Comune: Lavori Pubblici, Cimiteri, Provveditorato.

Il piano anti-neve realizzato dal Comune di Padova si avvale anche della collaborazione della Protezione Civile, incaricata della distribuzione gratuita del sale, messo a disposizione dal settore Lavori Pubblici, ai cittadini che ne avessero bisogno e dell’attività di Aps Holding grazie ad un protocollo d’intesa siglato otto anni fa per la gestione del piano neve nelle strade interessate dalle vie di corsa del trasporto pubblico e nei parcheggi scambiatori.

(Padovanet – rete civica del Comune di Padova)

Please follow and like us: