Comunicato stampa: un Piano agro-paesaggistico per la città

Approvata oggi in Giunta la delibera sul Piano agro-paesaggistico per la città, destinata ad arrivare presto in Consiglio comunale, dopo i dovuti passaggi con le Commissioni consiliari competenti.

Con questa delibera, il Comune di Padova si impegna ad avviare un processo per lo sviluppo di un’agricoltura metropolitana multifunzionale, sostenibile ed innovativa, e alla redazione di un Piano di Settore agro-paesaggistico e ambientale di livello comunale.
In sostanza a riconoscere il ruolo dell’agricoltura urbana e periurbana come centrale nello sviluppo sostenibile del territorio, sia da un punto di vista urbanistico che economico.

Il Piano si porrà una serie di obiettivi molto ambiziosi, in linea con le linee di mandato di questa Amministrazione:

  • salvaguardia, qualificazione e potenziamento delle attività agricole eco-sostenibili;
  • tutela e valorizzazione di ambiente e paesaggio;
  • fruizione ricreativa e culturale da parte delle comunità locali favorendo l’accessibilità ciclo-pedonale e lo sviluppo del turismo sostenibile;
  • recupero e valorizzazione, anche in termini economici, del rapporto città campagna, città intesa come città metropolitana diffusa dove il paesaggio agrario assume un ruolo nell’ordinamento di tutto il territorio;
  • sviluppo di un’infrastruttura verde a scala metropolitana intesa come rete multifunzionale di spazi verdi, aree agricole e corsi d’acqua che contribuiscono alla valorizzazione ambientale ed economica del territorio creando nuove connessioni fra i diversi contesti urbani;
  • riduzione dei fattori inquinanti e del traffico veicolare privato;
  • sicurezza idrogeologica del territorio.

La delibera inoltre impegna il Comune di Padova all’istituzione di un ufficio del Piano agro paesaggistico, con funzioni di coordinamento tra il Settore Verde Parchi e Agricoltura Urbana e la struttura comunale e alla costituzione di un Comitato scientifico, che avrà il compito di supportare i tecnici comunali nelle attività di ricerca, progettazione e collaborazioni.

Nel contesto del Piano, riconoscendo l’importante lavoro del Comitato Basso Isonzo, la Giunta si impegna anche redigere uno specifico progetto per l’area del Basso Isonzo, provvedendo a completare le opere in corso e promuovendo studi e iniziative per la sua gestione, come progetto pilota del parco agro-paesaggistico intercomunale.

Dichiara l’assessora al verde, parchi e agricoltura urbana, Chiara Gallani: 
Il Piano agro-paesaggistico è parte del pensiero organico di questa Amministrazione e importante tassello del futuro Piano del verde, grazie al quale ripensiamo la città partendo dai suoi elementi verdi, riconnettendoli.
Risponde a un mandato elettorale, sia di Coalizione civica, la mia forza politica, che delle linee di mandato votate dal Consiglio comunale.
Volevamo mettere al centro l’agricoltura urbana, facendo diventare Padova un riferimento per le progettualità di questo tipo, e ci stiamo riuscendo. Con questo ufficio di Piano agro-paesaggistico, in sinergia con l’ufficio per i Piano degli interventi, andremo a riconoscere la campagna come elemento caratterizzante del paesaggio urbano, con funzioni di sicurezza alimentare e tutela dell’ambiente.
Il Parco agro-paesaggistico è un progetto per definizione sovracomunale, quindi il nostro impegno concreto, già iniziato negli scorsi mesi, di promozione nell’ambito del Co.Me.Pa, con questo atto si fa più forte.
Il passaggio attraverso il Consiglio comunale non è un atto dovuto, è una precisa scelta politica, perché siamo convinti sia il Consiglio comunale a dover avere protagonismo quando andiamo a delineare la Padova del futuro
“.

Dichiara l’assessore all’urbanistica Andrea Ragona:
La creazione di un Parco agro-paesaggistico metropolitano sovracomunale è un obiettivo di questa Amministrazione che finalmente muove i primi passi concreti. E’ uno strumento strategico per la tutela del territorio con il quale ci orientiamo ad un utilizzo del suolo più intelligente e sostenibile, e il Piano degli interventi che ci accingiamo a redigere coinvolgendo la cittadinanza sarà uno degli elementi chiave per realizzarlo.
E’ importante riconoscerlo anche come volano di sviluppo economico: un’agricoltura urbana di qualità, dentro ad un contesto di rigenerazione urbana e territoriale, svolge importanti funzioni sociali, economiche e ambientali che nel prossimo futuro avranno un ruolo centrale per determinare la competitività del nostro territorio.
L’atto riguarda anche l’area del Basso Isonzo, che viene individuata come area per un progetto pilota del Parco agro-paesaggistico intercomunale. Certo, con questo atto non blocchiamo le cubature presenti e in passato autorizzate sull’area, ma confermiamo che ci impegneremo al massimo per trovare una soluzione in grado di tutelare gli interessi privati e gli interessi di tutta la città.
Con l’avvio dell’iter di oggi, che si concluderà con l’approvazione del Consiglio comunale, Padova fa un passo importante nella direzione che abbiamo immaginato e deciso insieme in passato
“.
 

(Padovanet – rete civica del Comune di Padova)

Please follow and like us: