Coronavirus: Inail, tecnici salute i più colpita da contagi lavoro, 10% su casi mortali



Roma, 23 nov. (Adnkronos Salute/Labitalia) – L’analisi dei contagi Covid sul lavoro per professione dell’infortunato conferma che la categoria più colpita è quella dei tecnici della salute, con il 39,3% delle infezioni denunciate, circa l’83% delle quali relative a infermieri, e il 10% dei casi mortali, seguita dagli operatori socio-sanitari (20%), dai medici (10,1%), dagli operatori socio-assistenziali (8,4%) e dal personale non qualificato nei servizi sanitari, come ausiliari, portantini e barellieri (4,6%). Emerge dal decimo report nazionale elaborato dalla Consulenza statistico attuariale dell’Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro, pubblicato oggi.
L’incidenza dei casi di contagio per le professioni sanitarie si è progressivamente ridotta nelle prime due fasi ed è risalita nella terza. I tecnici della salute, prevalentemente infermieri, sono infatti passati dal 39,6% del primo periodo, fino a maggio compreso, al 23,3% del trimestre giugno-agosto, per poi risalire al 41,1% nell’ultimo bimestre. I medici, scesi dal 10,2% nella fase di lockdown al 4,0% in quella post lockdown, nella seconda ondata dei contagi fanno registrare un’incidenza dell’11%.

(Adnkronos)

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Coronavirus: Inail, tecnici salute i più colpita da contagi lavoro, 10% su casi mortali"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


quindici − dodici =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.