Responsabilità come antidoto al virus

Lo so, è l’ennesimo appello.
Lo so, sono le solite raccomandazioni.
Lo so, sappiamo come si usa la mascherina e che le mani vanno lavate di frequente.
Lo so, siamo assolutamente consapevoli che non si devono fare assembramenti.

Eppure il numero dei contagi continua a crescere.
Eppure il virus non rallenta la sua corsa.
Eppure i pronto soccorso sono presi d’assalto.

Non è forse che pur sapendo come comportarci e quali atteggiamenti evitare, in realtà continuiamo a fare l’esatto contrario?

Alla vigilia di una festa che forse appartiene poco alla nostra tradizione (anche se io il ricordo della “suca-baruca” lo conservo gelosamente nel mio cuore), ma che è diventata molto popolare,  mi appello al buonsenso di ciascuno di noi perché siano evitate tutte le occasioni di pericolo, tutte gli incontri che possono favorire il contagio, tutti gli atteggiamenti che denunciano poca conoscenza e poca coscienza del problema che stiamo vivendo ormai da troppo tempo.

Comprendo le civili manifestazioni di piazza, capisco e condivido le alzate di scudi delle categorie colpite dall’ultimo Dpcm: è proprio per rispetto di chi è chiamato a pagare il prezzo più alto anche in questo momento che implora di usare la testa oltre che la mascherina. 

Responsabilità, è questo l’unico antidoto efficace per sconfiggere il conviene.

Fabio Bui
Presidente della Provincia di Padova

30/10/2020

(Provincia di Padova)

Please follow and like us: