Il presidente Bui visita la nuova esposizione robotica allestita al Musme

musme robot da vinci

Il presidente della Provincia di Padova Fabio Bui ha partecipato all’inaugurazione di una mostra dedicata ai robot e all’intelligenza artificale applicata alla chirurgia allestita al Musme, Il Museo della Medicina vi via San Francesco. Si chiama “Da Vinci” ed è un robot utilizzato negli interventi mininvasivi anche dall’Azienda ospedaliera di Padova con ottimi risultati in particolare nella chirurgia toracica. Al Museo è stato quindi installato un simulatore tramite il quale il visitatore potrà cimentarsi in alcuni “test” di manovra dei “bracci”, proprio come un vero chirurgo. E’ disponibile una suite per provare i diversi livelli di difficoltà.

“Il Museo della Medicina riesce sempre a stupire – ha detto il presidente Bui – per questo, nell’anno dell’emergenza sanitaria in cui Padova sta dando prova di grande eccellenza, come Provincia abbiamo fortemente voluto lottare per salvare questo luogo. Il lockdown di primavera e le limitazioni imposte da questa seconda ondata autunnale, hanno messo a dura prova tutti i musei provinciali, MusMe incluso. Sono contento che gli imprenditori abbiano risposto al mio appello intervenendo per adottare il polo medico-museale di via San Francesco perché la ricerca scientifica e l’innovazione oggi sono possibili solo attraverso una proficua collaborazione tra pubblico e privato.

La robotica applicata alla medicina è un traguardo fondamentale per stare al passo con i tempi di una sanità sempre più tecnologica. Ma allo stesso tempo, dobbiamo ricordare l’importanza della “mano” e della conoscenza umana. Siamo di fronte a un virus, un piccolo e invisibile nemico che ha messo seriamente in difficoltà le nostre vite e a rischio quelle delle persone più anziane o più esposte. Mai dobbiamo sottovalutare la forza della natura e sempre dobbiamo investire nei giovani, nella loro formazione e nella loro crescita professionale, qui e all’estero. Perché la tecnologia accompagnata all’esperienza umana, rappresentano il vero antidoto per provare a riconciliarci con l’ambiente investendo in un futuro di salute e qualità di vita per l’uomo e per il pianeta.

Il ringraziamento e il plauso della Provincia va alla lungimiranza degli imprenditori che stanno credendo nel MusMe, alle aziende che hanno investito nei giovani e nelle tecnologie applicate alla medicina, quindi a tutti coloro che credono nel futuro di Padova quale epicentro della formazione e della specializzazione medico-scientifica”.

Dal 31 ottobre e fino al 31 gennaio 2021, tutti i fine settimana sarà quindi possibile prenotarsi per tentare di muovere in maniera corretta il “Da Vinci” nel pomeriggio dalle 15 alle 18. Tutte le info su www.musme.it

In allegato la cartella stampa completa
Immagini stampa: bit.ly/3mzkMFr

30/10/2020

(Provincia di Padova)

Please follow and like us: