Este: Nuove norme anche per il traffico di mezzi pesanti nelle vie del centro: sarà finalmente possibile installare varchi elettronici, ma mancano Decreti attuatuvi

Dal settembre 2020, con il Decreto Rilancio nuove norme anche per il traffico di mezzi pesanti nelle vie del centro: sarà finalmente possibile installare varchi elettronici, ma mancano i Decreti attuativi.
Gallana: «Grande attenzione alla tematica. In attesa delle nuove norme, l’Amministrazione si doterà di nuovi sistemi elettronici di controllo».

Il passaggio di mezzi pesanti per le vie del centro storico, in particolare in via G. Negri, a ridosso delle mura del Castello Carrarese, è stato oggetto di un’interrogazione al Consiglio Comunale di Este di venerdì 09 ottobre 2020, da parte del Gruppo Misto capeggiato dal Consigliere Roin.

«L’Amministrazione è da sempre preoccupata per la sicurezza, la quiete pubblica e il rispetto delle norme, anche per quanto riguarda questo tema – risponde il Sindaco Roberta Gallana. – Il passaggio di mezzi pesanti per le vie del centro è un argomento importante, al centro dell’attenzione per noi e per la Polizia Locale, che negli ultimi anni ha effettuato controlli e prescritto sanzioni ai mezzi non autorizzati al passaggio. Da anni si cerca una soluzione. Con la riforma dell’articolo 201 del Codice della Strada, attesa da più di un anno, speriamo di risolvere finalmente la situazione».

Annualmente, in via continuativa, è rilasciata un’autorizzazione per il transito di mezzi pesanti ad orari prestabiliti nelle vie del centro cittadino per circa 11 camion. Il Protocollo, risalente all’Amministrazione Piva, è attivo dal giugno 2012 e non vi è possibilità legale di recesso. Altre autorizzazioni invece hanno carattere temporaneo e limitato nel tempo.

Per quanto riguarda controlli e sanzioni, la possibilità di avere varchi elettronici in grado di controllare gli accessi alla Città era preclusa, fino ad oggi, dal Codice della Strada.

«La zona è da considerarsi come una ZTL, zona a traffico limitato. Se per i centri storici il Ministero rilascia con facilità autorizzazioni e nullaosta per l’utilizzo di dispositivi tecnologici di controllo, per strade come via Guido Negri è più difficile, poiché sono poche le vie alternative – spiega il Sindaco Gallana.Per questo motivo, al momento è indispensabile che ci sia una pattuglia presente per la contestazione. Il Comando di Polizia Locale ha effettuato, in questi anni, numerosi appostamenti notturni, purtroppo poco fruttuosi, perché spesso i conducenti a conoscenza della presenza di un posto di blocco, si riversano su altri percorsi».

«L’Amministrazione ha provveduto ad operare i controlli finalizzati alla verifica dei permessi dei mezzi pesanti nelle vie del centro storico, compatibilmente con il personale in organico e gli altri servizi in capo al Corpo di Polizia Locale – afferma il Comandante della Polizia Locale Gabriele Mighela. – Dal 2006 ad oggi sono state elevate 4015 sanzioni, grazie agli strumenti elettronici presenti sul territorio. Altre 803 sanzioni sono state comminate, invece, da contestazione immediata delle pattuglie operanti».

La legge di conversione del Decreto Rilancio con la riforma dell’art. 201 del Codice della Strada, stabilisce l’utilizzo dei dispositivi elettronici omologati per il controllo effettuato senza bisogno di pattuglie, ma servono i decreti attuativi per poter partire.

«L’apposito regolamento verrà emanato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in cui verranno definite le condizioni per l’installazione e l’esercizio dei dispositivi di controllo per accessi e transiti – comunica il Comandante Mighela.

«Nuovi strumenti tecnologici permetteranno alla Polizia Locale una rilevazione delle violazioni dei divieti di circolazione in ingresso, all’interno e in uscita rispetto alle aree individuate – continua il Sindaco Gallana. – Non appena il Decreto verrà emanato, l’Amministrazione provvederà tempestivamente a dotarsi degli strumenti adeguati. A Este sono stati individuati tre punti strategici in cui posizionare i dispositivi. Ci siamo già confrontati con i Sindaci del Distretto per un preventivo di spesa e per discutere riguardo alle criticità dei nostri territori. Con le nuove tecnologie potremo fare scelte mirate su orari, classi Euro e tipologie di mezzi a cui verrà concesso il passaggio».


(Comune di Este)

Please follow and like us: