Video – Appello del sindaco Sergio Giordani alla città

Il testo del video-appello:

Care Padovane cari Padovani,

tutti noi vorremo avere davanti mesi relativamente tranquilli, tutti noi desideriamo avere un Natale sereno.

Dirvi che senz’altro sarà così non posso, perché significherebbe mentirvi e questo non l’ho fatto mai.

Dirvi invece che questa relativa serenità dipenderà da tutti noi e dai comportamenti che manterremo da subito e per il prossimo periodo è l’unica cosa di buon senso e sincera che oggi possiamo dirci e che io mi sento di dirvi.

Anche a Padova la pandemia è tornata a farsi molto aggressiva e forse prima di quanto ci aspettassimo, i contagi salgono e la preoccupazione aumenta, dobbiamo quindi reagire subito, è necessario resistere.

Bisogna essere realisti, forti e responsabili perché negare l’evidenza è inutile e soprattutto pericoloso.

Diciamolo chiaramente, non esistono soluzioni semplici a un problema così complesso.

Bisogna dire le cose come stanno, in questa battaglia che possiamo sicuramente vincere ci aspettano ancora mesi molto difficili, e forse saranno molti mesi, un tempo in cui non dobbiamo per nessuna ragione mollare ne potremo minimamente abbassare l’attenzione. Non possiamo permetterci di lasciarci andare, è in ballo il futuro di Padova e ce lo giochiamo adesso, questa è la nostra responsabilità verso i nostri figli, verso chi verrà dopo di noi.

Ogni singolo giorno è prezioso e ogni singolo comportamento è decisivo per evitare che il contagio diventi incontrollato.

Quello che ciascuno di noi può fare per far tornare a scendere i numeri è moltissimo e prevede semplici accorgimenti.

Mantenere la distanza di sicurezza,

portare la mascherina il più possibile e se necessario anche nelle nostre case quando incontriamo persone diverse rispetto a quelle con cui conviviamo.

Igienizzare spesso le mani e mantenere una corretta igiene personale.

Disinfettare le superfici e arieggiare spesso gli ambienti chiusi.

E’ però anche il momento di fare uno sforzo in più, e il tempo per questo sforzo è adesso.

Gli esperti lo dicono con chiarezza, la diffusione del virus è legata in maniera diretta al numero di contatti che noi abbiamo, al numero di incontri che facciamo.

Se tutti limitiamo al massimo queste occasioni allora i numeri caleranno, è semplice. Questo che faccio è un appello duro ma necessario per sperare di non arrivare a una nuova chiusura totale. Per un po di tempo dobbiamo incontrare molte meno persone sia nelle case che nelle occasioni pubbliche e in ogni caso seguendo le precauzioni.

Evitiamo qualsiasi viaggio non strettamente necessario, evitiamo qualsiasi cerimonia non necessaria, evitiamo qualsiasi festa non necessaria

Sforziamoci di eliminare in vista di un bene superiore e per questo periodo ogni possibile occasione di contagio,

dobbiamo limitare i contatti, è necessario limitare al minimo i contatti

cambiare per un tempo limitato le nostre abitudini di vita è la sfida a cui siamo chiamati ma è anche l’unico modo per tornare presto a quelle stesse abitudini.

Ricordiamoci inoltre che dobbiamo proteggere i più fragili e i più anziani, quando ci si approccia a queste persone serve un attenzione maniacale.

Questo l’appello che vi faccio oggi, serve uno sforzo collettivo per tutelare la salute, il lavoro e l’economia.

E’ questo il modo migliore e più concreto che abbiamo per voler bene a noi stessi, agli altri e a Padova.

Grazie a tutti, resistiamo. 

(Padovanet – rete civica del Comune di Padova)

Please follow and like us: