Trasporti: a un mese dall’avvio delle scuole nessun cluster riconducibile ai bus e servizi potenziati

trasporti

Si è tenuto un incontro in videoconferenza, promosso dal presidente della Provincia di Padova Fabio Bui a cui hanno partecipato l’assessore alla Mobilità del Comune di Padova Andrea Ragona, i vertici dell’Ufficio scolastico provinciale e dell’azienda Busitalia Veneto. Obiettivo: fare il punto della situazione a distanza di un mese dall’avvio delle scuole e alla luce degli ultimi provvedimenti governativi.
 
Dal confronto istituzionale sono emersi importanti elementi che si ritiene di condividere con la cittadinanza in maniera costruttiva e quale segnale di fiducia rispetto alle diverse azioni messe in campo in questi mesi a vario titolo.
 
Innanzitutto, non sono pervenute da parte dei dirigenti scolastici segnalazioni di rilievo rispetto a situazioni di criticità all’interno dei poli scolastici: gli stessi numeri dei contagi negli istituti, nell’ordine dello “zero virgola”, confermano che le scuole sono luoghi sicuri grazie all’impegno di tutti nel rispetto dei protocolli sanitari previsti.
 
Per quanto attiene ai servizi di trasporto, ove sono emerse situazioni di affollamento nei mezzi, l’azienda è intervenuta e sta intervenendo con l’inserimento di corse aggiuntive facendo ricorso anche al sub-affidamento dei servizi a vettori privati. Dall’inizio dell’anno scolastico sono già stati monitorati i carichi di oltre 30 mila corse e si è intervenuto sulle direttrici urbane ed extraurbane. Entro due giorni ci saranno ulteriori interventi sulle direttrici Padova – Piove di Sacco, Mestrino – Abano Terme, Cittadella – Villa del Conte – Arsego e Camposampiero – Villanova. I monitoraggi condotti confermano, comunque, che la percentuale di carico dell’80% viene rispettata e che non vi sono stati cluster di contagi riconducibili a viaggi in bus.
 
Si può affermare, pertanto, che se si rispettano i protocolli sanitari previsti, è possibile garantire il diritto alla studio in presenza e alla mobilità in sicurezza. Proprio da questa considerazione le Istituzioni rivolgono, ancora una volta, un accorato appello affinché vi sia l’impegno quotidiano da parte di tutti a rispettare le regole del distanziamento sociale e dell’uso dei dispositivi di protezione individuale anche nei momenti di vita familiare.

20/10/2020

(Provincia di Padova)

Please follow and like us: