Programma Nazionale di sostegno del settore viticolo – OCM Vino

Con la pubblicazione della DGR 1284/2020 dell’8 settembre u.s. sono aperti i termini per la presentazione delle richieste di contributo finalizzate al sostegno degli investimenti nel settore Vitivinicolo.

 

Le Misure

Disponibilità Finanziaria complessiva € 13.748.457,83

TITOLO  MISURA Descrizione
Azione “A” Investimenti nelle aziende agricole vitivinicole
Azione “B” Investimenti nella trasformazione e commercializzazione

Azione “A” – Investimenti nelle aziende agricole vitivinicole

Beneficiari  e Condizioni di ammissibilità

Piccole e Medie Imprese agricole in possesso dei requisiti di ammissibilità

Requisiti : :

  • possedere la qualifica di Imprenditore Agricolo Professionale (IAP). In alternativa, essere imprenditore agricolo iscritto alla gestione previdenziale agricola INPS in qualità di Coltivatore Diretto (art. 2 della L. 9/63) o di IAP;
  • possedere sufficiente capacità professionale.
  • svolgere almeno una delle seguenti attività:
  • la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
  • la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci anche ai fini della sua commercializzazione;
  • l’elaborazione, l’affinamento e il confezionamento del vino, conferito dai soci e/o acquistato, anche ai fini della sua commercializzazione.

Sono escluse dal contributo le imprese che effettuano la sola attività di commercializzazione dei prodotti oggetto del sostegno.

 

Spese ammissibili:

  • Acquisto Botti in legno ivi comprese barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG)
  • Acquisto attrezzature per la trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo,atte a svolgere le seguenti operazioni:
    • pigiatura/diraspatura –  pressatura – filtrazione/centrifugazione/flottazine – concentrazione/arricchimento – stabilizzazione  – refrigerazione  – trasporti ( pompe,nastri,coclee)  – dosaggio elementi – imbottigliamento  – confezionamento – automazione magazzino – appassimento uve –  stoccaggio vini – fermentazione – spumantizzazione
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico-fisica delle uve, mosti, etc…
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature ed elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq.
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati alla gestione aziendale ed al controllo degli impianti tecnologici.

 

Spese NON ammissibili:

  • Spese per CAPARRE ed acconti sostenute prima della presentazione della domanda;
  • Acquisto muletti, transpallet, eventuali macchine operatici associate;
  • Acquisto pese e bilance;
  • Acquisto mezzi di trasporto;
  • Investimenti che hanno beneficiato di altri contributi pubblici, a qualunque titolo
  • Leasing
  • Investimenti di sostituzione;
  • Investimenti effettuati allo scopo di ottemperare a requisiti resi obbligatori da specifiche norme comunitarie;
  • Investimenti non congruenti alle esigenze ed alle disponibilità aziendali;
  • Investimenti realizzati e/o installati in edifici privi della certificazione di agibilità.

– LIVELLI DI AIUTO PUBBLICO –

 

Gli investimenti sono incentivati in tutti i casi con il 40% di contribuzione della spesa ritenuta ammissibile.

 

Per questo  Bando:

Importo massimo di spesa: 200.000 € per soggetto giuridico

Importo minimo di spesa: 15.000 € per soggetto giuridico

 

CRITERI DI SELEZIONE ( priorità)
 

Caratteristiche del beneficiario e dell’impresa

punteggio massimo 7

 

Investimenti con effetti positivi in termini di risparmio energetico, efficienza energetica globale e processi sostenibili sotto il profilo ambientale

punteggio massimo 7

Qualità delle produzioni. Sistemi di qualità riconosciuta e volontari punteggio massimo 4

 

TERMINI DI PRESENTAZIONE: : 15 novembre 2020

 

Azione “B”  –  Investimenti nelle aziende agricole di trasformazione e commercializzazione dei prodotti vitivinicoli

Beneficiari  e Condizioni di ammissibilità

Imprese agricole in possesso dei requisiti di ammissibilità che svolgono sia la fase di trasformazione che di commercializzazione dei prodotti.

Le imprese produttrici di uve possono accedere al presente bando qualora quelle provenienti dalla propria azienda rappresentino un quantitativo non prevalente (< 50 %) della produzione oggetto di trasformazione.

Sono escluse le imprese che fanno solo commercializzazione.

 

Spese ammissibili:

  • Acquisto Botti in legno ivi comprese barriques, per l’affinamento dei vini di qualità (DOC e DOCG)
  • Acquisto attrezzature per la trasformazione e commercializzazione prodotti vitivinicoli, comprese le relative componenti impiantistiche necessarie per garantirne l’utilizzo,atte a svolgere le seguenti operazioni:
    • pigiatura/diraspatura –  pressatura – filtrazione/centrifugazione/flottazine – concentrazione/arricchimento – stabilizzazione  – refrigerazione  – trasporti ( pompe,nastri,coclee)  – dosaggio elementi – imbottigliamento  – confezionamento – automazione magazzino – appassimento uve –  stoccaggio vini – fermentazione – spumantizzazione
  • Acquisto attrezzature di laboratorio per l’analisi chimico-fisica delle uve, mosti, etc…
  • Allestimento punti vendita al dettaglio aziendali ed extra-aziendali: acquisto di attrezzature ed elementi di arredo per la realizzazione di punti vendita al dettaglio, esposizione e degustazione prodotti vitivinicoli, nel limite massimo di spesa di 600 €/mq.
  • Acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi finalizzati alla gestione aziendale ed al controllo degli impianti tecnologici.

 

Spese NON ammissibili:

  • Acquisto muletti, transpallet, eventuali macchine operatici associate;
  • Acquisto pese e bilance;
  • Acquisto mezzi di trasporto;
  • Spese per CAPARRE ed acconti sostenute prima della presentazione della domanda;
  • Investimenti che hanno beneficiato di altri contributi pubblici, a qualunque titolo
  • Investimenti di sostituzione;
  • Investimenti effettuati allo scopo di ottemperare a requisiti resi obbligatori da specifiche norme comunitarie;
  • Investimenti realizzati e/o installati in edifici privi della certificazione di agibilità.

– LIVELLI DI AIUTO PUBBLICO –

 

Gli investimenti  proposti dalle piccole e medie imprese sono incentivati con il 30% di contribuzione della spesa ritenuta ammissibile.

Gli investimenti  proposti dalle imprese intermedie sono incentivati con il 20% di contribuzione della spesa ritenuta ammissibile.

Gli investimenti  proposti dalle grandi imprese sono incentivati con il 10% di contribuzione della spesa ritenuta ammissibile.

Massimali di spesa:

Importo massimo di spesa: 700.000 € per soggetto giuridico

Importo minimo di spesa: 50.000 € per soggetto giuridico

 

 

 

CRITERI DI SELEZIONE ( priorità)
 

Numero di imprese agricole fornitrici di materie prima – priorità alle aziende con il maggior numero di produttori fornitori punteggio massimo 15

 

Investimenti con effetti positivi in termini di risparmio energetico, efficienza energetica globale e processi sostenibili sotto il profilo ambientale

punteggio massimo 15

 

Qualità delle produzioni

punteggio massimo 12

Certificazione di prodotto, processo, sistema

punteggio massimo 3

 

 

TERMINI DI PRESENTAZIONE: : 15 novembre 2020

(Coldiretti Padova)

Please follow and like us: