70° GIORNATA DEL RINGRAZIAMENTO AGRICOLO A CHIES D’ALPAGO

ANCORA UNA VOLTA GLI AGRICOLTORI BELLUNESI UNITI PER IL FUTURO.

Era lo slogan della giornata del Ringraziamento a Cesiomaggiore. Ed è lo stesso per la giornata del Ringraziamento n.70 prevista da Coldiretti Belluno a Chies d’Alpago il prossimo 25 ottobre.

Uniti per ricordare una volta il valore dell’agricoltura e di quella di montagna in particolare, l’importanza del ruolo dell’agricoltore che con il suo lavoro risulta vero presidio, primo custode del territorio e dell’ambiente e ancora, l’alta qualità delle produzioni agricole nonostante i cambiamenti climatici, nonostante le problematiche della fauna selvatica, nonostante la pandemia Covid. Nel nostro territorio si sta vivendo una fase ancora delicata, anche se, tutti assieme e con la Federazione Provinciale in testa ci si è adoperati con valore e cognizione nel portare avanti, nonostante il Covid 19 azioni di promozione, sviluppo e chiaro sostegno dell’attività agricola. Come sempre si hanno settori che vanno bene altri meno performanti e come sempre anche a Chiessi evidenzieranno i commenti dei risultati ottenuti nell’annata agricolaL’importante è che il mondo agricolo sia davvero unito, capace di essere cosciente delle proprie opportunità ora e nel futuro.

Il programma della giornata del 25 ottobre a Chies prevede l’arrivo dei trattoristi alle ore 9.00. Nella Chiesa Parrocchiale, alle 9.30 la celebrazione della Santa Messa del Vescovo di Belluno Renato Marangoni o di un suo delegato e da Don Gino consigliere ecclesiastico di Coldiretti Belluno Alle 10.30 la tradizionale benedizione delle macchine agricole e degli animali. Poi gli interventi delle autorità. Attesa per le ore 11 la sfilata dei trattori e degli animali ed alle 12 il momento conviviale che causa l’epidemia Covid non potrà essere nei valori degli “anni” passati. Ma un po’ di “penitenza” ci sta anche in agricoltura.

(Coldiretti Padova)

Please follow and like us: