Studio Cmcc, rischio idrogeologico in Italia destinato ad aggravarsi



Roma, 17 set. – L’analisi combinata di fattori antropici e degli scenari climatici, rileva che il rischio idrogeologico in Italia, situazione di per sé già molto complessa, è destinato ad aggravarsi. Secondo il rapporto “Analisi del Rischio. I cambiamenti climatici in Italia” realizzato dalla Fondazione Cmcc, Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici, l’innalzamento della temperatura e l’aumento di fenomeni di precipitazione localizzati nello spazio hanno un ruolo importante nell’esacerbare il rischio.
Nel primo caso, lo scioglimento di neve, ghiaccio e permafrost indica che le aree maggiormente interessate da variazioni in magnitudo e stagionalità dei fenomeni di dissesto sono le zone alpine e appenniniche. Nel secondo caso, precipitazioni intense contribuiscono a un ulteriore aumento del rischio idraulico per piccoli bacini e del rischio associato a fenomeni franosi superficiali nelle aree con suoli con maggior permeabilità.

(Adnkronos)

Please follow and like us: