FASE3. COLDIRETTI, SOS ORTAGGI SOTTOPAGATI. PATATE ZUCCHINE E MELANZANE VENETE PER L’AFRICA, SOLIDARIETA’ PER IL CUAMM

FASE3. COLDIRETTI, SOS ORTAGGI SOTTOPAGATI. PATATE ZUCCHINE E MELANZANE VENETE PER L’AFRICA, SOLIDARIETA’ PER IL CUAMM

Nella foto, le patate e i meloni dell’azienda di Daniele Fincato di Codevigo.

FASE3. COLDIRETTI: SOS ORTAGGI SOTTOPAGATI

PATATE ZUCCHINE E MELANZANE VENETE PER L’AFRICA

La solidarietà dei produttori veneti alla cena del Cuamm, stasera a Camposampiero (Pd)

 

6 agosto 2020 – Patate, zucchine e melanzane per gli agricoltori veneti valgono meno di un 1/3 del prezzo al consumo: meglio donarle. Coldiretti Veneto lancia l’SOS ortaggi per uno scenario drammatico dove al danno si aggiunge la beffa di compensi al di sotto dei costi di produzioni a causa di distorsioni e speculazioni nella distribuzione del valore dal campo alla tavola per  gran parte della verdura con i centesimi pagati ai produttori che diventano euro per i consumatori.

Da una parte infatti ci sono gli effetti della crisi economica generata dal coronavirus – spiega la Coldiretti – dall’altra le conseguenze del clima impazzito con il moltiplicarsi di eventi estremi come gelo, grandine, nubifragi, siccità e caldo torrido che compromettono le produzioni di frutta e verdura provocando la perdita del lavoro di un intero anno in molte aziende agricole.

In occasione dell’evento organizzato stasera nel comune di Camposampiero in provincia di Padova a sostegno del Cuamm l’Associazione Medici con l’Africa gli orticoltori padovani hanno donato quintali di prodotti per arricchire i piatti della cena di beneficenza organizzata al Ristorante “Al Tezzon” per il completamento dell’ospedale di Rumbek in Sud Sudan. Ospiti il direttore Don Dante Carraro rientrato dalla Tanzania e Lino Zani guida alpina e maestro di sci di Papa Giovanni Paolo II. La giornalista Nicoletta Masetto presenterà il progetto. Il menù grazie al contributo delle aziende agricole è a kmzero, dal primo al dessert a testimonianza dell’impegno di Coldiretti su tutto il territorio nazionale. Dalla spesa sospesa avviata in tutti i mercati di Campagna Amica che ha raccolto la solidarietà di contadini e cittadini pari a oltre 6mila kg di cibo fino ai pasti caldi consegnati nelle mense dei poveri durante il lock down, l’impegno di Coldiretti è continuo  per un piano straordinario per il Paese di almeno un miliardo di euro per acquistare cibo 100% Made in Italy da destinare alle famiglie più povere – tra l’altro aumentate del 30% in Veneto a causa del Covid 19-. Una emergenza  sociale senza precedenti che l’Italia dovrà affrontare con interventi strategici  – evidenzia Coldiretti – per fare fronte ad un urgenza e, allo stesso tempo, sostenere il lavoro e l’economia del sistema agroalimentare tricolore duramente colpito dalle difficoltà delle esportazioni e della ristorazione.

(Coldiretti Padova)

Please follow and like us: