Semplificazioni depositi fiscali vino: il bilancio di materia e il bilancio energetico

Semplificazioni depositi fiscali vino: il bilancio di materia e il bilancio energetico

I Depositi fiscali vino, ovvero coloro che in media  producono sopra i  1000 hl l’anno, dovevano per normativa inviare un prospetto annuale riepilogativo della produzione e della movimentazione dei prodotti soggetti ad accisa, e redigere l’inventario fisico delle materie prime, dei prodotti semilavorati, e dei prodotti finiti, fare il bilancio di materia con indicazione delle rese di lavorazione, e fare il bilancio energetico con indicazione dei consumi di energia elettrica e dei combustibili attribuibili all’impianto.

In seguito ad un particolare trattamento impositivo riservato al vino è stato comunicato dalle Dogane che entro  il 10/09/2020 permane solo l’obbligo di trasmettere il prospetto riepilogativo della produzione e della lavorazione, unitamente al bilancio di materia ed energetico, mentre non sarà più necessario trasmettere i riepiloghi delle movimentazioni, in quanto già acquisite con la telematizzazione degli e-AD e dei relativi impegni di garanzia.

È inoltre possibile, qualora i dati della produzione e lavorazione risultino già trasmessi all’Avepa, fare esplicito rimando alla dichiarazione di produzione ivi presentata senza necessità di allegarne copia.

Al fine di uniformare e razionalizzare le modalità di ricevimento delle comunicazioni prescritte dal D. M. 153/2001, la Dogana chiede la trasmissione solamente via PEC, riportando nell’Oggetto “VINO DEPOSITO FISCALE N. licenza TVV………. BILANCIO ANNUALE E PROSPETTO D.M. 153/2001”

(Coldiretti Padova)

Please follow and like us: